Rinascita del centro storico e impulso all'edilizia, pronto lo schema del nuovo Prg

Il sindaco: "Mi auguro che il consiglio comunale mostri un alto livello di responsabilità per impedire, con il voto favorevole, il commissariamento da parte della Regione"

Il Municipio di Grotte

Rinascita e riscoperta del centro storico con il recupero del patrimonio edilizio esistente e la valorizzazione delle aree verdi. Queste - quelle di un modello di sviluppo che mira alla rigenerazione urbana e alla valorizzazione dell'ambiente naturale - le basi del piano regolatore generale di Grotte di cui, domani sera, il consiglio comunale discuterà per approvare lo schema di massima. Uno schema che costituisce la revisione generale del Prg del 2002.

"È stato fatto un ottimo lavoro - ha commentato il sindaco di Grotte, Paolino Fantauzzo - . Il piano regolatore mette al centro la salvaguardia dei valori ambientali, storici e culturali del territorio comunale, il potenziamento dell’offerta turistica con la valorizzazione del patrimonio storico-architettonico, l’incremento dei comparti produttivi collegati all’artigianato ed al commercio, nonché la limitazione al necessario degli insediamenti residenziali, ed il miglioramento della dotazione di servizi in particolare quelli destinati al tempo libero ed allo sport. Il Prg di  massima, redatto dagli architetti Pietro Calì dell’Utc (progettista) e Girolamo Bellomo con studio in Palermo (supporto esterno), tiene conto - spiega Fantauzzo - delle risultanze dello studio geologico (redatto dal geologo Francesco La Mendola) e dello studio agricolo-forestale (redatto dall’agronomo Aldo Rotolo). Sono particolarmente soddisfatto per il risultato raggiunto. Oggi vede la luce lo schema di massima del piano regolatore generale e si avvia l’iter procedurale che potrà consentire di sostenere le realtà economico-produttive del territorio. La comunità potrà contare su uno strumento di pianificazione del territorio in grado di poter dare un impulso notevole non solo all’edilizia residenziale, ma anche e soprattutto, a quella produttiva".

Ed è proprio con lo schema di massima del Prg che Fantauzzo chiude l'amministrazione del paese. "Mi auguro che il consiglio comunale mostri un alto livello di responsabilità per impedire, con il voto favorevole, il commissariamento da parte della Regione, stante che l’assessorato regionale Territorio e Ambiente ha reiteratamente sollecitato e, in ultimo diffidato, l’amministrazione comunale ad ottemperare". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il "giallo" di Canicattì: sentiti familiari e amici del 28enne morto, ritrovato il furgone

  • Scompare un pastore, scattano perlustrazioni e ricerche: ritrovato morto il 61enne

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • Non c'è pace per i contribuenti morosi: in arrivo altri 24 mila avvisi di pagamento

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento