Vietato l'uso e il commercio di plastica, Grotte diventerà "plastic free"

L’ordinanza del sindaco Alfonso Provvidenza avrà efficacia a decorrere dal primo luglio prossimo

Vietata la commercializzazione e l’uso di stoviglie non biodegradabili e/o compostabili. Anche Grotte sarà “plastic free”. A firmare l’ordinanza è stato il sindaco Alfonso Provvidenza. E in base all'ordinanza "gli esercenti, le attività commerciali, le attività di servizio, le attività artigianali e quelle di ristorazione, con o senza somministrazione di alimenti e bevande, presenti sul territorio di Grotte, potranno distribuire ai clienti e agli avventori esclusivamente sacchetti da asporto monouso, piatti, posate, bicchieri, coppe e coppette, ciotole e ciotoline, cannucce, mescolatori per bevande e contenitori per alimenti, non preconfezionati alla produzione, monouso in materiale biodegradabile e/o compostabile, oppure in materiale non monouso lavabile (ad esempio: ceramica, vetro, vetroceramica, acciaio inox, legno)”.

Niente plastica però, anche se è stato consentito – sempre dall’ordinanza del sindaco Alfonso Provvidenza – l’utilizzo delle eventuali scorte di magazzino esclusivamente però fino al prossimo 30 giugno. E questo perché l’ordinanza avrà efficacia a decorrere dal primo luglio prossimo.

“A tutti i residenti, turisti, villeggianti o visitatori è fatto obbligo di utilizzare esclusivamente materiale monouso del tipo biodegradabile o compostabile – ha scritto il sindaco di Grotte – .

Con un altro atto, il capo dell’amministrazione ha previsto anche il divieto di utilizzo di sacchi non trasparenti per il conferimento dei rifiuti solidi urbani e l’obbligo di  compostabili per la frazione umida. “E’ fatto divieto assoluto di depositare ed esporre qualsiasi tipologia di rifiuto in sacchi neri o comunque non trasparenti tali da impedire agli operatori ecologici la verifica del corretto conferimento – è stato scritto - . È fatto divieto assoluto di utilizzo di sacchi o sacchetti diversi da quelli biodegradabili compostabili per il conferimento della frazione organica ed è vietato introdurre nel sacco contenente l’indifferenziato frazioni di rifiuto per le quali è attivo il servizio di differenziata”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Neonato muore dopo 2 giorni dalla nascita, Procura apre un'inchiesta

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • Beve detersivo e finisce in ospedale: trasferito a Catania, 73enne lotta fra la vita e la morte

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento