Cammarata, Giunta Giambrone completa: assegnate le deleghe

Dopo la proclamazione ufficiale, avvenuta il 2 giugno, il neo sindaco Vincenzo Giambrone ha già completato le consultazioni di rito e nominato gli altri due componenti la Giunta, assegnando anche le deleghe

Procede spedita la nuova Amministrazione cammaratese: dopo la proclamazione ufficiale, avvenuta il 2 giugno, il neo sindaco Vincenzo Giambrone ha già completato le consultazioni di rito e nominato gli altri due componenti la Giunta, assegnando anche le deleghe. Nei giorni scorsi nella sede comunale di via Trajna è anche avvenuta una informale cerimonia durante la quale il sindaco uscente Vito Mangiapane ha consegnato al neo eletto la fascia tricolore.

Oltre ai designati Alfonso Di Piazza e Giuseppe Bastillo, della squadra di governo fanno quindi parte anche Maria Ausilia Coniglio e Giuseppe Mangiapane. Quest'ultimo, agronomo e già consigliere comunale all'opposizione per dieci anni, si occuperà di Attività produttive, Viabilità rurale e Verde pubblico. Alfonso Di Piazza, dottore in Economia e commercio, ricoprirà la delega alle Finanze, quindi al Bilancio, così come avvenuto qualche anno fa durante il mandato dell'uscente Vito Mangiapane. Bastillo, geometra, ricoprirà la carica di vice sindaco ed è stato incaricato di sovrintendere ai Lavori pubblici e all'Urbanistica.

Mentre a Maria Ausilia Coniglio, laureata in Economia e commercio, in virtù «della sua giovane età e delle peculiarità proprie di una donna (quali concretezza e sensibilità)», sono state assegnate la deleghe alle Politiche giovanili, alla Cultura, sport e spettacolo. Adesso il decreto di nomina è fatto, e lunedì gli assessori giureranno dinnanzi al segretario comunale. Ma le linee d'azione sono già state tracciate, assicura il sindaco Giambrone.

«Ho cercato di tenere presente la professionalità di ognuno, e ci siamo sbrigati a comporre l'Esecutivo non per ottenere un primato, visto che ritengo siamo i primi in provincia, ma per fugare ogni dubbio sul fatto che la nostra sia una squadra coesa e perché c'è davvero tanto da fare - ha detto il sindaco - . Quindi occorre mettersi subito a lavoro. Abbiamo già delineato le prime linee di intervento, e ai miei assessori ho chiesto di porre la massima attenzione all'azione di governo, dedicandole quanto più tempo è possibile per il rilancio della macchina amministrativa. Ho indagato criticità e situazione finanziaria del Comune, ho incontrato alcuni dirigenti e avrò in questi giorni ulteriori incontri per avere la visione complessiva dello stato dell'Ente. Da lunedì saremo già operativi» ha concluso Giambrone.

Martedì 16 giugno dovrebbe essere convocata anche la prima seduta del Consiglio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Covid-19, il "mostro" è ancora in agguato: quattro positivi all'ospedale San Giacomo

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento