Il "giallo" di Gessica, la nuova diceria: "E' sepolta al cimitero"

Tante, anzi tantissime, le segnalazioni anonime - ma anche le indiscrezioni o le "mezze parole" raccolte dagli investigatori - che si sono, fino ad ora, rivelate false

Gessica Lattuca

Scritte, con tanto di nomi e cognomi, sui muri di Favara e Naro, segnalazioni anonime: lettere o telefonate. E adesso, circola - e con insistenza - una nuova diceria: ci sarebbe una ragazza che avrebbe indicato il luogo dove Gessica Lattuca si troverebbe sepolta. Il “giallo” sulla scomparsa della ventisettenne, mamma di quattro bambini piccoli, continua ad infittirsi di episodi misteriosi, nonché di dicerie - o addirittura chiacchiere infondate - che vengono amplificate e snaturate all'inverosimile, snervando anche investigatori e inquirenti che devono, naturalmente, verificare ogni dettaglio.

Nuove accuse per Filippo Russotto: l'ex compagno di Gessica Lattuca 

Tante, anzi tantissime, le segnalazioni anonime - ma anche le indiscrezioni o le "mezze parole" raccolte dagli investigatori - che si sono, fino ad ora, rivelate false. I carabinieri, nel più fitto riserbo, continuano a sentire, allargando anche il raggio d'audizioni, tante persone. Fra queste - secondo la diceria che, nelle ultime ore, circola con insistenza - una giovane donna che avrebbe indicato esattamente dove Gessica è sepolta. Ossia - seguendo la diceria che non trova, però, nessun riscontro istituzionale - al cimitero comunale. Pare, addirittura, che la donna abbia indicato il punto preciso.

Il papà di Gessica: "Ho dei sospetti su 3 persone, farò le mie indagini"

La diceria aggiunge anche un dettaglio, che non è affatto di poco conto: la testimone non viene ritenuta attendibile. Ed effettivamente già altre persone non sono state ritenute attendibili. Prima di Natale, una chiamata anonima indicava che il cadavere di Gessica si trovasse all'interno di una catapecchia del centro storico. Scattarono, appunto, le verifiche: meticolose e capillari. Non venne trovato niente, nemmeno un indizio riconducibile alla giovane favarese. 

Ispezionate decine di case abbandonate: nessun indizio

Quanto sta accadendo con il caso di Gessica Lattuca non s'era mai verificato nelle inchieste giudiziarie sviluppate nell'Agrigentino. Troppe chiacchiere o dicerie che dir si voglia, troppi depistaggi o tentativi di far perdere tempo agli investigatori, troppa attenzione mediatica che non lascia neanche lavorare serenamente chi è deputato a fare chiarezza, a mettere dei punti fermi per ritrovare il cadavere della giovane mamma e per dare un nome e cognome a chi l'ha fatta sparire nel nulla.  

La nuova scritta sul muro, indagini sulla grafia e sul nominativo 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento