"Ruba 220 chili di cavi rame all'Italcementi", 35enne in manette

L'uomo è stato individuato da un addetto dell'azienda, sono stati poi i carabinieri ad individuarlo mentre provava a fuggire

La refurtiva sequestrata dai carabinieri

Aveva appena razziato oltre 220 chili di cavi di rame dallo stabilimento Italcementi, ma è stato "pizzicato" dai carabinieri della stazione di Porto Empedocle.

L'uomo, Calogero Trameli 35 anni, si era arrampicato - secondo la ricostruzione ufficiale fornita dal comando provinciale dell'Arma - su un muro e si era introdotto all'interno della struttura e con un grosso seghetto era riuscito ad impossessarsi di due grandi bobine di cavi di rame, del peso complessivo di circa 220 chili. 

Il trentacinquenne è stato però notato da un addetto dell’azienda che ha subito dato l’allarme alle forze dell’ordine. I carabinieri intervenuti sul posto hanno individuato l'uomo mentre tentava di allontanarsi dalla zona dopo aver saltato la recinzione. E' stato però raggiunto, arrestato per l'ipotesi di reato di furto aggravato e posto ai domiciliari. I militari dell'Arma sono riusciti anche a recuperare la refurtiva. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Statale 189, l'auto finisce fuori strada e si ribalta: muore un ventiquattrenne

  • Incidente alla rotatoria Giunone: è morto un trentacinquenne

  • Forti piogge, riecco il maltempo: è allerta meteo gialla

  • Mamma di due bambini prova a lanciarsi dal viadotto, salvata in extremis dalla polizia

  • Crolla cornicione di un palazzo: terrore in piazza Cavour, evacuate famiglie e sequestrata l'area

  • Alfa Romeo si schianta contro la rotonda degli Scrittori: un 30enne è in gravi condizioni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento