Furto di acqua e di luce, scattano tre arresti nel giro di poche ore

Una coppia è stata bloccata, dai carabinieri, dopo che avevano rimosso i sigilli apposti sul contatore idrico

I carabinieri di Porto Empedocle

Acqua e luce gratis. Sembra essere ormai un'abitudine diffusa quella di alcuni agrigentini che creano allacci abusivi, o rimuovono i sigilli già collocati, e rubano. I carabinieri, nelle ultime ore, hanno effettuato una ventina di accessi in varie abitazioni per accertare eventuali irregolarità. Controlli svolti anche con il contributo dei tecnici competenti. 

Le verifiche, in gran parte, sono scattate a seguito di informazioni e segnalazioni raccolte dai carabinieri. A Porto Empedocle sono scattate le manette ai polsi di una coppia di conviventi, i quali, per alimentare gratis di acqua la loro abitazione in via Sciascia, avevano rimosso i sigilli che erano stati apposti sul contatore dai tecnici, rifornendosi così in modo gratuito. A Licata, invece, è stato scoperto un operaio 40enne che aveva effettuato un allaccio abusivo alla rete elettrica per alimentare gratuitamente di luce la propria abitazione.

A tutti è stata contestata l’accusa di furto aggravato. Su disposizione della Procura sono stati posti agli arresti domiciliari.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Licata

    Giro di droga a cavallo di tre province: in dodici rischiano il processo

  • Cronaca

    Accusato di quattro rapine e un assalto fallito, 25enne resta in carcere

  • Cronaca

    La "fabbrica" dei falsi invalidi, neppure un'udienza dopo un anno dal rinvio a giudizio

  • Cronaca

    "Ostracismo ai danni di un ingegnere", rinviati a giudizio ex dirigente Utc e funzionario

I più letti della settimana

  • Ancora sangue sulle strade: 53enne perde la vita in un incidente sulla statale 118

  • L'incidente mortale di Joppolo, il sindaco di Raffadali: "Sarà lutto cittadino"

  • "Loggia segreta capace di condizionare la politica", due agrigentini coinvolti: una arrestata e l'altro indagato

  • Abbandonava cartoni e copertoni d'auto in via Gioeni, sorpreso e bloccato dal sindaco

  • L'omicidio di Alessandria, la vittima ha fatto il nome dell'assassino prima di morire

  • Perde il controllo dell'auto e la Mercedes "vola" in spiaggia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento