"Furti in case e chiese", i componenti della banda davanti al Gup Zammuto

Il giudice ha disposto il rinvio al prossimo 2 ottobre quando gli imputati potranno decidere di essere giudicati con riti alternativi

Il dirigente della Mobile, Giovanni Minardi, e nel riquadro i tre fermati dello scorso metà febbraio

A metà dello scorso febbraio, in tre vennero fermati - dalla Squadra Mobile della Questura di Agrigento - poiché indiziati di furto, rapina e ricettazione. Ieri, in cinque - i presunti componenti della banda - sono comparsi davanti al Gup Stefano Zammuto. Si tratta di Ignazio Rallo, Roberto Onolfo, Francesco Orlando, Franco Lo Manto e Nunzio Campagnone che sono rappresentati e difesi dagli avvocati Rapisardi, Giuseppe Vinciguerra, Licata e Angelo Balsamo. Il giudice - secondo quanto riporta oggi il quotidiano La Sicilia - ha disposto il rinvio al prossimo 2 ottobre quando gli imputati potranno decidere di essere giudicati con riti alternativi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Furti, rapine e ricettazione", scoperta una associazione per delinquere 

Lo scorso febbraio furono tre coloro che furono sottoposti a fermo. Cinque, invece, complessivamente, le persone iscritte nel registro degli indagati. Il fascicolo d'inchiesta è stato coordinato dal Pm Simona Faga. 

La Squadra Mobile esegue tre fermi 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Lunghe attese al pronto soccorso? Scoppia il tafferuglio, 4 feriti: pure 2 infermieri

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Movida a rischio, altra rissa tra giovanissimi a San Leone: volano pugni

  • Spettacolo non autorizzato, movida e assembramenti: denunciato titolare di pub

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento