Fratelli accusati di usura ed estorsione, svolta nelle indagini: sequestrati 430mila euro

Giuseppe Maira (tutt’ora in custodia cautelare in carcere) e di Antonio Maira (agli arresti domiciliari) erano stati arrestati lo scorso 9 dicembre

Carabinieri e polizia a Canicattì

Sequestrati 430.000 euro nella disponbilità dei due fratelli accusati di usura ed estorsione aggravata. I destinari del provvedimento sono stati i fratelli canicattinesi Antonio e Giuseppe Maira, arrestati il 9 dicembre 2019. 

L'inchiesta sul giro di usura ed estorsioni, il riesame conferma l'arresto dei due fratelli

I carabinieri della compagnia di Canicattì e gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Agrigento, coordinati dal pubblico ministero della Procura della Repubblica di Agrigento: Elenia Manno, nel corso di una serie di perquisizioni hanno sequestrato l'importante somma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Estorsione e usura a tappeto", un indagato in carcere e l'altro ai domiciliari

"Le indagini, proseguite senza sosta dopo l’arresto di Giuseppe Maira (tutt’ora in custodia cautelare in carcere) e di Antonio Maira (agli arresti domiciliari), hanno - rendono noto dal comando provinciale dell'Arma e dalla Squadra Mobile - ulteriormente aggravato il quadro accusatorio, aggiungendo elementi che hanno permesso agli investigatori di rintracciare il 'tesoro' accumulato dagli indagati, costituito da denaro contante e buoni fruttiferi postali per un valore assolutamente ingiustificato in relazione ai redditi. Che si tratti di denaro provento di reato ne è convinto anche il gip del tribunale di Agrigento che, qualche giorno fa, ha disposto il sequestro preventivo dell’ingentissima somma scovata da polizia e carabinieri, ormai vicini alla conclusione dell’indagine".

"Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dopo 24 giorni la magia s'è dissolta: il nuovo caso di Covid-19 a Campobello fa salire a 126 i contagiati

  • "Pretendeva tangente da 15 mila euro per garantire la regolarità dei lavori": arrestato funzionario del Genio civile

  • Trovano un portafogli e lo portano alla polizia municipale: hanno appena 13 anni i piccoli già grandi

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • "Fase 2": movida e assembramenti, alcol vietato dalle 21 e locali chiusi a mezzanotte

  • "La cultura riparte", riapre la Valle dei Templi: ingresso gratis per tutti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento