Fonzo giura a Catania, magistrati trasferiti: Procura sempre più vuota

A fine luglio, altri due magistrati sono destinati a lasciare l’ufficio. Salvatore Vella è tuttora in corsa per il ruolo di aggiunto

Il tribunale di Agrigento dove al quinto piano ha sede la Procura

Ignazio Fonzo, che per 8 anni ha ricoperto l’incarico di procuratore aggiunto ad Agrigento, ha prestato giuramento a Catania dove ricoprirà lo stesso ruolo. Da ieri il capo dell’ufficio inquirente del tribunale Luigi Patronaggio dirige un ufficio che, in attesa di rinforzi, è sempre più sguarnito. Nelle scorse settimane è stato trasferito il magistrato Alessandro Macaluso che ha preso servizio nello stesso ufficio di Termini Imerese.

Nelle settimane precedenti i magistrati Santo Fornasier e Brunella Sardoni hanno lasciato i loro uffici per andare a svolgere lo stesso incarico nelle Procure, rispettivamente, di Ragusa e Trapani. A fine luglio, altri due magistrati sono destinati a lasciare l’ufficio della Procura: Salvatore Vella, tuttora in corsa per succedere a Fonzo, se non dovesse essere scelto dal Csm per l’unico posto di vice del procuratore Luigi Patronaggio previsto dalla pianta organica, andrà alla Procura di Trapani; Matteo Delpini (marito di Brunella Sardoni), invece, andrà alla Procura di Marsala. La Procura avrà una scopertura dell'organico pari al 50 per cento visto che, peraltro, il pm Antonella Pandolfi è in maternità e il suo posto resterà congelato ancora a lungo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento