Ribera, Istituto "Toscanini": «Senza finanziamento rischiamo la paralisi»

Lo afferma in una nota il direttore Mariangela Longo, per la quale «è ormai acclarato dunque che tale situazione ormai insostenibile renda dunque indispensabile e perentoria la statizzazione entro il 2016 per gli istituti che rischiano la chiusura a causa della gravissima criticità delle ex Province da cui vengono finanziati

«L'Istituto superiore degli Studi musicali "A. Toscanini" di Ribera, considerato il recente azzeramento del finanziamento da parte del Libero consorzio dei Comuni di Agrigento per il 2016, non potrà continuare la propria normale attivita didattica rischiando la paralisi, se non perverrà a breve il secondo rateo del contributo statale e se non interverrà repentinamente anche la Regione Sicilia».

Lo afferma in una nota il direttore Mariangela Longo, per la quale «è ormai acclarato dunque che tale situazione ormai insostenibile renda dunque indispensabile e perentoria la statizzazione entro il 2016 in primis per gli Istituti di Ribera, Taranto e Livorno che rischiano la chiusura a causa della gravissima criticità delle ex Province da cui vengono finanziati .

Tale necessità è stata espressa nelle mozioni che hanno redatto, con determinazione e toni forti, la Conferenza nazionale dei direttori dei Conservatori statali e non statali e le Conferenze riunite dei presidenti, direttori e studenti che si sono riunite a Roma dal 26 al 28 gennaio presso la sede del Miur. Nel documento redatto dalle conferenze riunite (già pubblicato sul sito ufficiale della Conferenza dei direttori) è stato dato un termine perentorio al Miur (entro il mese di febbraio) per ricevere delle risposte alle tante problematiche del sistema Afam, tra cui la statizzazione, non risolte e rinviate da ben 17 anni, lasciando incompiuta l'attuazione della legge di riforma 508/99».

Nella mozione è stata inoltre deliberata l'istituzione di una giornata nazionale di protesta "musicale" nei confronti dell'immobilismo del Miur che si realizzerà il 13 febbraio con dei concerti simultanei in tutti i Conservatori d'Italia, statali e non.

Al documento dovranno necessariamente seguire iniziative di pressione per ottenere finalmente risposte concrete e un reale e operoso intervento del Miur rispetto a delle criticità del sistema dell'Alta Formazione Musicale italiano ormai non più rinviabili.


 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • In pullman con mezzo chilo di droga nascosta nel marsupio, arrestato un giovane

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento