Festa della Repubblica, insigniti 15 nuovi cavalieri ed un ufficiale dell'ordine al merito

Tanti gli studenti che hanno partecipato alla cerimonia: l'inno di Mameli è stato intonato dagli alunni del liceo musicale "Ettore Majorana"

Un momento delle celebrazioni della festa della Repubblica

L'inno di Mameli e l'inno alla gioia di Beethoven degli studenti del liceo musicale "Ettore Majorana". La deposizione della corona d'alloro. E poi la consegna delle onorificenze al merito della Repubblica italiana. E' stato celebrato anche ad Agrigento, fra il piazzale antistante alla Prefettura, piazza Vittorio Emanuele, ed il cortile interno, il settantunesimo anniversario della fondazione della Repubblica.

E sono stati vissuti dei momenti fortemente significativi ed emozionanti. Soprattutto quando sono state consegnate le onorificenze. Quindici i cavalieri dell'ordine al merito della Repubblica italiana ed uno l'ufficiale. La cerimonia è stata organizzata dalla Prefettura con la collaborazione del comando provinciale dei carabinieri e del Comune di Agrigento. L’evento è stato arricchito da momenti musicali ed artistici eseguiti dagli studenti dell’istituto superiore di studi musicali “Arturo Toscanini” di Ribera e del liceo classico “Empedocle” di Agrigento.

Potrebbe interessarti

  • L'arnica, un rimedio naturale a dolori e infiammazioni

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • Specchio, specchio delle mie brame

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • Scooterone finisce dentro un canale di scolo: muore trentenne a causa di un incidente

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Incidente tra auto e scooter, ferito grave il motociclista: trasferito in elisoccorso

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento