Festa della Repubblica, consegnate le onorificenze: anche medaglie d'onore e d'oro

Il capo dello Stato ha conferito riconoscimenti per i deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra e per le vittime del terrorismo

Un momento della consegna delle onorificenze in Prefettura

Anche Agrigento - fra il rito di villa Bonfiglio e il solenne momento svoltosi in Prefettura - ha celebrato il settantatreesimo anniversario della fondazione della Repubblica.

Al palazzo del Governo, dove per il secondo anno ha fatto gli onori di casa il prefetto Dario Caputo, sono state consegnate le onorificenze dell’ordine al merito della Repubblica italiana e due medaglie di cui una “d’onore” alla memoria di Ignazio La Mendola, conferita dal presidente della Repubblica ai cittadini italiani deportati e internati nei lager nazisti e destinati al lavoro coatto per l’economia di guerra e ai familiari dei deceduti, e una “medaglia in oro” conferita dal presidente della Repubblica a Francesco Marino quale “Vittima del terrorismo”.

La medaglia d'onore, conferita alla memoria di Ignazio La Mendola, è stata ritirata dal figlio Davide La Mendola. A consegnarla è stato il presidente emerito Aldo Lo Presti Seminerio. La medaglia d'oro, consegnata dal colonnello Giovanni Pellegrino che è il comandante provinciale dell'Arma dei carabinieri di Agrigento, è stata attribuita a Francesco Marino. Quale commendatore dell'ordine "al merito della Repubblica italiana" è stato insignito Gaetano Marongiu. A consegnare il riconoscimento è stato il cavaliere Gaetano Allotta. 

IL VIDEO. Il prefetto Caputo: "Dialogare per risolvere i problemi dei cittadini"

Il titolo di "Cavaliere dell'ordine al merito della Repubblica italiana" è stato attribuito al maresciallo aiutante della Guardia di finanza Domenico Mirabile; all'appuntato della Guardia di finanza Paolo Caci; all'ispettore del corpo nazionale dei vigili del fuoco a riposo Giuseppe Vitello; al capo squadra dei vigili del fuoco a riposo Accursio Bono; al vigile del fuoco Calogero Navarra; alla guardia del corpo Forestale a riposo Domenico Bruno e al funzionario dell'ufficio Dogane Rosalba Alletto. A consegnare queste onorificenze sono state rispettivamente il colonnello Pietro Maggio che è il comandante provinciale della Guardia di finanza di Agrigento; il neo comandante provinciale dei vigili del fuoco di Agrigento: Giuseppe Merendino; il questore di Agrigento Rosa Maria Iraci; il comandante della Capitaneri di porto di Porto Empedocle: capitano di fregata Gennaro Fusco; il commissario straordinario del Libero consorzio comunale: Calogero Alberto Di Pisa e il sindaco di Agrigento Lillo Firetto.   

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Come organizzare le pulizie al rientro dalle ferie estive

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

  • Il caffè è buono e fa bene

I più letti della settimana

  • Due colpi di pistola contro il balcone di casa di un disoccupato, aperta inchiesta

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

  • Incidente: auto si ribalta lungo la strada per Joppolo, 13enne in gravi condizioni

  • Pistola in pugno rapinano l'ufficio postale, in fuga due criminali

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento