"Auto contraffatta e trasformata in lussuosa Ferrari?": assolto il proprietario

L'imputato avrebbe fatto uso dei marchio di Maranello, apponendolo sulla sua autovettura modello Pontiac Fiero Ruha. L’uomo è stato assistito dall’avvocato, Calogero Lo Giudice

La Guardia di finanza ha scoperto un bene di lusso contraffatto, si tratta di una Ferrari. La “rossa” di Maranello ha, però, fatto insospettire i finanzieri. Le fiamme gialle dopo un accurato controllo avevano denunciato il proprietario dell’auto. L'imputato avrebbe fatto uso dei marchi Ferrari e Pininfarina apponendoli sulla sua autovettura modello Pontiac Fiero Ruha per averla "modificata", simulando una Ferrari 355. A commettere il gesto è stato un ravanusano. I fatti risalgono al 2011, oggi l’uomo è stato assolto perché “il fatto non sussiste”. Ad assolvere il ravanusano è stato il giudice monocratico del tribunale di Agrigento, Rossella Ferraro. L’uomo è stato assistito dall’avvocato, Calogero Lo Giudice. “Già nel 2011 – fa sapere il legale - il ravanusano era stato assolto con formula piena dal tribunale di Agrigento, con una sentenza a oggi irrevocabile”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

  • Incidente a San Leone: auto contro un muro, perde la vita un 32enne

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento