Fermato all'ingresso del tribunale con un coltello, quarantenne portato in caserma

L'uomo era stato citato come testimone in un processo penale: "L'ho dimenticato nella borsa"

Tenta di entrare in tribunale con un coltello, i metronotte lo bloccano all’ingresso e avvisano i carabinieri che lo portano in caserma per identificarlo e verbalizzare l’accaduto. Nelle prossime ore si deciderà se denunciarlo o ritenere che le sue giustificazioni siano valide.

L’inconveniente è accaduto poco dopo le 9. Un quarantenne, che era stato citato per testimoniare davanti ai giudici della prima sezione penale, si è avvicinato al varco di ingresso riservato al pubblico e, seguendo il protocollo, ha lasciato la borsa nel metal detector che, attraverso un monitor posizionato pochi metri più avanti, all’ingresso, viene controllato dagli addetti alla vigilanza. In pochi istanti, dal monitor, è stata vista l’arma da taglio e sono stati avvisati i carabinieri.

I militari lo hanno identificato e portato in caserma, al comando provinciale, per verbalizzare l’accaduto: il quarantenne ha spiegato di avere dimenticato il coltello nel borsello. La sua posizione, adesso, è al vaglio. 

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Come organizzare le pulizie al rientro dalle ferie estive

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

  • Il caffè è buono e fa bene

I più letti della settimana

  • Due colpi di pistola contro il balcone di casa di un disoccupato, aperta inchiesta

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

  • Incidente: auto si ribalta lungo la strada per Joppolo, 13enne in gravi condizioni

  • Pistola in pugno rapinano l'ufficio postale, in fuga due criminali

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento