"Torture in Libia e traffico di esseri umani", 19enne condannato a 10 anni

L'immigrato è stato accusato di essersi associato con altri soggetti, in corso d'identifcazione, nel ruolo di organizzatori e promotori per commettere i reati di riduzione in schiavitù, sequestro di persona, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina

(foto ARCHIVIO)

La Corte di Assise di Agrigento ha condannato a 10 anni di carcere - per le torture in Libia e il traffico di esseri umani - Yuspha Janneh, 19 anni del Gambia, attualmente detenuto alla casa circondariale di Napoli Poggioreale. L'immigrato è stato accusato di essersi associato con altri soggetti, in corso d'identifcazione, nel ruolo di organizzatori e promotori per commettere i reati di riduzione in schiavitù, sequestro di persona, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina.

L'immigrato avrebbe, in concorso con altre persone rimaste ignote, esercitato reiterate minacce e violenze, riducendo in stato di soggezione continuativa più connazionali che sarebbero stati costretti a restare prigionieri nel campo di Sabrath. I migranti-vittime, secondo quanto emerse dall'inchiesta, sarebbero stati costretti a prestazioni lavorative per il pagamento della somma richiesta per poter effettuare il viaggio dalla Libia all’Italia. Sarebbero stati anche ripetutamente picchiati. 

Il giovane avrebbe, infine, collaborato all’organizzazione del viaggio e dello sbarco dalle coste libiche all’Italia, coadiuvando lo scafista che conduceva il gommone.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lavoratori in nero, ambulanti abusivi e posteggiatori: "stangata" a San Leone

  • Cronaca

    Completamento del "San Giovanni di Dio", Asp condannata a pagare versa un "anticipo"

  • Cronaca

    "I bilanci truccati del Comune", Firetto davanti ai pm

  • Cronaca

    Prime piogge e temporali, il lungomare si trasforma in una "piscina"

I più letti della settimana

  • Calci e pugni fra famiglie, sradicato il portone di una casa: una donna in ospedale

  • "Ecco come si drogavano i bilanci", tutte le accuse a Firetto: gli indagati sono otto

  • "Sesso con allievi", chiesto rinvio a giudizio per istruttore di tennis

  • L'inchiesta sui corsi di formazione, il riesame conferma i sequestri

  • Le telecamere di "Quarto Grado" a Favara, Gessica Lattuca ancora non si trova

  • Enti di formazione e scuole telematiche, aperta un'inchiesta: Digos sequestra documenti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento