"Spari in aria per costringere la moglie a rapporti sessuali", condannato a 5 anni di reclusione

Il giudice per le udienze preliminari, Francesco Provenzano, ha disposto anche il pagamento di una provvisionale di 15 mila euro

Cinque anni di reclusione e 15 mila euro di provvisionale. E' questa la sentenza del gup del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, a carico di un sessantanovenne di Favara imputato di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. A rappresentare e difendere l'imputato: gli avvocati Salvatore Pennica e Domenico Russello. 

Secondo quanto ha sostenuto l'accusa, rappresentata dal pm Gianluca Caputo, l'uomo - già a partire dal 2010 - avrebbe costretto la moglie a rapporti sessuali. E lo avrebbe fatto minacciando la quarantaquattrenne - che è stata rappresentata dall'avvocato Maria Alba Nicotra - sparando colpi d'arma da fuoco in aria. Proprio dopo questi episodi, la donna-vittima - inevitabilmente terrorizzata - andò via da quell'abitazione. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pubblico ministero Caputo aveva chiesto la condanna a 6 anni di reclusione.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Si erano perse le tracce da una settimana, la favarese Vanessa Licata è stata ritrovata

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Gli cade il telefonino, torna indietro e non lo ritrova più: avviate indagini

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento