"Violenta donna e picchia i vigili urbani", favarese davanti al gup

Luca Licata, 42 anni, dovrà però essere sottoposto a una perizia psichiatrica per comprendere se può essere processato

Un'aula di tribunale

Sarà una perizia psichiatrica ad accertare se il favarese Luca Licata, 42 anni, accusato di avere abusato sessualmente di una donna per strada e avere brutalmente picchiato due vigili, era capace di intendere e volere e può partecipare al processo in maniera consapevole. In caso contrario, in base alla nuova legge, il processo potrebbe chiudersi per “irreversibilità” della incapacità di partecipare al processo. Una prima perizia aveva portato ad escludere la sua capacità.

Adesso sarà fatto un nuovo tentativo. Licata (difeso dall’avvocato Federica Marchica) è imputato di violenza sessuale e lesioni aggravate. L’episodio al centro del processo sarebbe accaduto il 13 luglio del 2014. Il favarese, che soffrirebbe di disturbi psichiatrici, avrebbe notato una ragazza per strada e l’avrebbe aggredita senza un apparente motivo. La donna, a lui sconosciuta fino a quel momento, in particolare, sarebbe stata costretta ad appoggiare la faccia al muro e le sarebbe stato intimato di non chiamare soccorsi con il telefono. Poi l’avrebbe spinta con il suo corpo trattenendola contro il muro e l’avrebbe toccata nelle parti intime costringendola a subire atti sessuali. In particolare, secondo l’ipotesi accusatoria, le avrebbe palpeggiato i seni e le natiche fino a introdurle con violenza due dita all'interno dell’ano. Dopo la presunta aggressione sarebbe scappato tentando di far perdere le sue tracce.

Nel frattempo, però, la donna era stata soccorsa da due vigili urbani che chiamarono un’ambulanza e subito dopo, raccolta la testimonianza della presunta vittima, andarono a cercare Licata per arrestarlo. La descrizione fatta dalla donna indirizzò subito i sospetti sul quarantenne, vecchia conoscenza delle forze dell’ordine per diversi precedenti, spesso di particolare stravaganza come questo episodio. Due ispettori della polizia municipale andarono a cercarlo a casa e quando arrivarono la reazione dell’uomo fu delle peggiori: i due vigili sarebbero stati aggrediti con violenti pugni al volto. 

Potrebbe interessarti

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

  • La ricetta dei panini di San Calò

  • Come organizzare la grigliata perfetta. Ecco cosa serve per una serata attorno alla brace

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • "Una collega mi disse che ero stata puntata, così iniziò il mio incubo": donna accusa direttore di stalking

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • Si contendono la location: scoppia una maxi lite fra i "paninari" di San Leone

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento