Colpo grosso ai danni delle Poste: in una sola notte rubati tre furgoni

Nessun dubbio sul fatto che ad entrare in azione sia stata una banda. Quasi sicuramente i delinquenti sapevano benissimo dove mettere le mani e come muoversi: un furto verosimilmente studiato a tavolino

(foto ARCHIVIO)

Non uno, ma ben tre, furgoni delle Poste Italiane sono scomparsi dal deposito – alle porte di Favara – dove erano stati lasciati posteggiati. Malviventi scatenati nella notte fra mercoledì e ieri. Criminali – quasi certamente una banda – che si sono mossi senza, a quanto pare, lasciarsi tracce dietro le spalle. Ma ieri, i carabinieri della tenenza di Favara oltre a setacciare l’intera città – anche nei luoghi più impensabili: dunque periferie e campagne – avevano già avviato una meticolosa attività investigativa.

I tre mezzi – furgoni Fiat Doblo' delle Poste Italiane – erano stati lasciati posteggiati, praticamente come sempre, nell’area del deposito, alle porte dell'abitato di Favara. Non ci sono dubbi – non per gli investigatori – su un dettaglio che non è di poco conto: a mettere a segno il colpo devono essere state almeno quattro persone. Perché tante ne servono per portar via tre furgoni e per guidare un altro mezzo, verosimilmente utilizzato per giungere fino al deposito. I carabinieri della tenenza di Favara hanno setacciato, alla ricerca oltre che di indizi e tracce, l’intera zona – dove è stato messo a segno il colpo – per trovare eventuali telecamere di video sorveglianza. Perché tre mezzi del genere, naturalmente, non possono scomparire così, da un momento all’altro, senza lasciare alcuna traccia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non è escluso però – anche se è ancora presto per potere avere certezza investigativa – che quanti si sono mossi, ossia i delinquenti, sapessero benissimo dove mettere le mani e come muoversi. Un furto verosimilmente studiato a tavolino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Bonus vacanze, servirà una "identità digitale" ... e in tanti devono ancora richiederla

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

  • Nuovo focolaio da Coronavirus? Firetto sbotta: "Agrigento è Covid free da almeno 2 mesi"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento