Ricerche anziano scomparso e didattica online, Protezione civile in campo

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Continua anche oggi l’attività del Libero Consorzio di Agrigento per le ricerche di Giuseppe Fallea, l’anziano di Favara scomparso da diversi giorni. Le due squadre di operatori dell’Ufficio di Protezione Civile coordinate dal funzionario responsabile dr. Marzio Tuttolomondo, stanno collaborando con Carabinieri e Vigili del Fuoco unitamente ai volontari delle associazioni “I Falchi” di Palma di Montechiaro e “I Grifoni” di Favara, perlustrando attentamente tutto il vasto territorio comunale di Favara e le relative strade provinciali che vi insistono, oltre ad aree coltivate ed incolti. Ieri invece si erano unite alle ricerche anche i volontari delle associazioni AEOP Ribera, Vigili del Fuoco in congedo di Sciacca e Vigili del Fuoco in congedo di Naro. Ricerche, purtroppo, finora rimaste senza esito.

Stamani, inoltre, i volontari della associazione “Vigili del Fuoco in congedo” di Sciacca, attivati dall’Ufficio di Protezione Civile, hanno consegnato nei comuni di Menfi, Sciacca, Alessandria della Rocca e Realmonte i computer a dieci studenti dell’I.I.S. “Fazello” di Sciacca, completando così l’attività di consegna degli strumenti digitali per la didattica a distanza su richiesta dei vari istituti scolastici, e consentendo così agli studenti privi di questi dispositivi di poter seguire le lezioni in remoto. Anche questa attività rientra nel programma di sostegno alla popolazione in difficoltà per le restrizioni determinate dall’emergenza coronavirus, e che ha visto il Libero Consorzio molto attivo anche nella consegna di beni di prima necessità ai centri operativi dei Comuni che ne avevano fatto richiesta per le famiglie bisognose. 

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento