Il "giallo" di Gessica, arrivano i sommozzatori per scandagliare un pozzo artesiano

Cinquantanove giorni dopo la scomparsa della ventisettenne, lo speciale nucleo dei vigili del fuoco completerà gli accertamenti già iniziati dai Ris di Messina

Una veduta dell'ingresso del casolare di campagna di contrada Burraitotto

Verrà utilizzato un sofisticatissimo robot per scandagliare il pozzo artesiano - profondo oltre 30 metri - di contrada Fontana degli Angeli (Burraitotto ndr.) fra il Villaggio Mosè e Favara. Fra l'appezzamento di terreno e il casolare, ereditato anche da Filippo Russotto che è l'ex compagno di Gessica Lattuca, c'è un pozzo artesiano che i carabinieri e gli specialisti del Ris, negli scorsi giorni, hanno provato - idranti alla mano - ripetutamente a svuotare. Un'operazione complicatissima visto che il pozzo continua ad essere ricolmo d'acqua e per questo motivo è stato deciso di far intervenire il nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco di Palermo. Con il robot - che riesce a vedere e filmare sott'acqua - i carabinieri, quelli della tenenza di Favara e quelli del nucleo Investigativo del comando provinciale, avranno piena contezza del fatto che la cavità sia vacante. 

Restano sequestrati gli immobili dell'ex compagno di Gessica Lattuca 

L'ispezione si terrà nel pomeriggio di oggi. E questo spiega anche perché l'appezzamento di terreno e il casolare di contrada Burraitotto siano rimasti sotto sequestro. Un sequestro preventivo e non "ad horas", come era stato inizialmente fatto durante il sopralluogo dei Ris di Messina e delle unità cinofile.  

Nessuna traccia, nessun indizio: il "giallo" si infittisce

A Favara, nelle ultime ore, continua a circolare - con insistenza e in maniera incontrollata - la notizia secondo la quale i carabinieri avrebbero ritrovato il cadavere della ventisettenne, mamma di quattro bambini piccoli, scomparsa dalle ore 21 dello scorso 12 agosto. L'attività degli investigatori - pianificata già da giorni, con l'arrivo del nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco di Palermo, - consiste nel completamento delle verifiche avviate quando, fra via Olanda (dove si trova la tenenza dei carabinieri ndr.), contrada Burraitotto, via Fratelli Gracchi e contrada Malvizzo, giunsero i Ris e le unità cinofile. 

Ispezionata la casa di campagna dell'ex compagno di Gessica Lattuca

L'arrivo dello speciale nucleo sommozzatori dei vigili del fuoco, sempre a Favara, sta facendo riecheggiare un'altra voce: "Ispezioneranno la diga di Naro e la 'San Giovanni'". Verifiche che, almeno per il momento però, non sembrano essere state affatto previste. I carabinieri della tenenza di Favara e quelli del nucleo Investigativo del comando provinciale di Agrigento - per non lasciare nulla al caso - stanno, semplicemente, concludendo l'attività specialistica avviata la scorsa settimana. 

IL VIDEO. Russotto: "Sono tranquillo, è giusto che i carabinieri facciano il loro lavoro"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

  • Uno dei migliori direttori di McDonald's del mondo è agrigentino, ecco la storia di Pietro Luparello

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento