Falò di auto a Favara, casalinga nel mirino? Avviate le indagini

Le fiamme hanno raggiunto e danneggiato anche la vettura - di proprietà di un pensionato sessantenne - che era posteggiata a pochi passi

Un precedente incendio di auto nell'Agrigentino (foto ARCHIVIO)

Brucia una Renault Clio, di proprietà di una casalinga sessantaduenne, e le fiamme raggiungono e devastano anche la Ford Focus che era posteggiata a poca distanza. E' accaduto nella serata di ieri - erano le 22 circa quando l'Sos veniva raccolto dai vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento - in via Piersanti Mattarella a Favara. 

I pompieri sono rimasti al lavoro per più di un'ora, cercando di salvare il salvabile. Sul posto, anche i carabinieri della tenenza cittadina che hanno subito avviato le indagini. L'ipotesi privilegiata è quella di un incendio doloso. Ma non ci sono - non al momento - certezze categoriche su cosa effettivamente abbia fatto divampare la scintilla iniziale. Spetterà alle indagini, laddove possibile, cercare di fare chiarezza. 

Nessun dubbio su un dettaglio: l'incendio è divampato nella Renault Clio e si è poi esteso alla Ford Focus che è risultata essere di proprietà di un sessantenne pensionato. Accanto alle macchine, a quanto pare, non sono state trovate tracce di liquido infiammabile, né taniche sospette. 

Potrebbe interessarti

  • Tre metodi a confronto per pulire il condotto uditivo

  • Il paddle, lo sport dei vip che è ormai diventato mania

  • Il caffè è buono e fa bene

  • La parete verde: come organizzare il giardino verticale in casa

I più letti della settimana

  • "Prendo il reddito di cittadinanza, voglio rendermi utile": cittadino ripulisce piazza

  • "Sequestro di persona e abuso d'ufficio", Legambiente Sicilia denuncia Salvini

  • Chef Rubio choc su Instagram: "Lampedusa? Bella, ma è anche l'isola della cocaina e mafia"

  • Ignoti strappano annuncio mortuario per il trigesimo di Andrea Camilleri

  • Chiesa agrigentina, ecco tutti i nuovi parroci nominati dal cardinale

  • Blitz dei carabinieri in Caf e patronati: trovati dei lavoratori in nero

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento