Tre colpi di fucile contro il garage di un 43enne, avviate le indagini

Sarebbe stato utilizzato un calibro 12. I carabinieri hanno setacciato l'intera zona del centro storico alla ricerca di telecamere di video sorveglianza

Delle indagini si stanno occupando i militari dell'Arma

Due o tre colpi di fucile sono stati esplosi, all'alba di ieri, contro il portone del garage di un quarantenne. A sentire i colpi, risvegliandosi, sarebbe stato lo stesso proprietario. Nel centro storico di Favara si sono precipitati i carabinieri.

Secondo i rilievi dei militari dell'Arma della Scientifica, i colpi che hanno centrato il portone del garage - due certamente, forse addirittura tre, - sarebbero stati esplosi con un calibro 12. Sembra altamente probabile che chi ha esploso i colpi contro il portone fosse in macchina. Non è escluso, però, che fosse su una motocicletta. Ed in tal caso, naturalmente, non avrebbe potuto essere da solo.

I militari dell'Arma della tenenza di Favara, coordinati dal comando compagnia di Agrigento, hanno perlustrato tutta l'area del centro storico - dove si è consumata l'intimidazione - alla ricerca di possibili impianti di video sorveglianza. Anche su questo "dettaglio" le bocche degli investigatori sono rigorosamente cucite. 

Potrebbe interessarti

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Il bicarbonato di sodio e i suoi utilizzi in casa

  • Difese immunitarie: come migliorarle con rimedi naturali

  • Come proteggere le nostre case dalle zanzare con rimedi naturali

I più letti della settimana

  • Colto da un malore mentre si fa il bagno, tragedia a Porto Empedocle: muore un uomo

  • Blitz "Assedio", le intercettazioni: "Io ci sono nato mafioso … mi devo vergognare che sono mafioso?"

  • Il pm la scagiona, lei muore poco dopo: la città piange Maria Garufo

  • Ricconi alla Scala dei Turchi, super yacht con scivolo gonfiabile

  • Auto travolge un ciclista, 51enne muore dopo l'incidente sulla statale Licata-Ravanusa

  • Si sfonda il tetto e il muratore precipita, grave trauma cranico: la prognosi sulla vita è riservata

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento