“Estorsione ai disabili”, si va a sentenza o verranno restituiti gli atti alla Procura?

Il giudice per le udienze preliminari è in camera di consiglio. L'avvocato Giuseppe Arnone ha chiesto "di restituire gli atti alla Procura per l’aggravamento del capo d’imputazione"

L'avvocato Giuseppe Arnone

Prevista oggi - alle 16 - la sentenza del processo a carico di Francesca Picone per la presunta estorsione ai disabili. Oggi ha replicato l’avvocato Giuseppe Arnone e alle 11 il Gup Alfonso Malato si è chiuso in camera di consiglio. 

"Estorsione e tentata estorsione", il Pm chiede 5 anni per l'avvocato Picone

“Anche l’ultima udienza – si legge in una nota dell'avvocato Giuseppe Arnone– si è svolta in un clima infuocato con i difensori delle imputate che hanno più volte interrotto l’avvocato Arnone. L’avvocato Pennica si è schierato a sostegno del diritto alla parola del difensore Arnone”.

“L’avvocato Arnone ha chiesto non la condanna di Francesca Picone, - rende noto lo stesso legale agrigentino - bensì la restituzione degli atti alla Procura per modificare il capo d’imputazione per contestare tutti i reati denunciati dai carabinieri nonché le circostanze aggravanti”.

"Estorsioni ai disabili", scontro in aula: Arnone indagato per stalking all'imputata 

Alle ore 16 si avrà la decisione del giudice che dovrà, appunto, scegliere se andare a sentenza o se restituire gli atti alla Procura – come chiesto da Arnone – per l’aggravamento del capo d’imputazione.

Le parti civili chiedono di produrre nuovi atti 

Lo scorso 29 giugno, il pubblico ministero Alessandra Russo ha chiesto - durante la sua requisitoria, tenuta davanti al giudice del tribunale di Agrigento Alfonso Malato, - la condanna, per le ipotesi di reato di estorsione e tentata estorsione, a 5 anni di reclusione per l'avvocato Francesca Picone e di un anno e otto mesi nei confronti della sorella Concetta Picone, consulente fiscale di un patronato. 

Il processo per "estorsioni ai danni di clienti disabili", è slittata la requisitoria 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • Morto per infarto intestinale non diagnosticato, la difesa: "Familiari della vittima fuori dal processo"

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • La "fabbrica" dei falsi invalidi, ispettore della Digos: "Non c'era una sola banda ma erano due"

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento