La Gaipa davanti al gip: "Nessuna estorsione, mi restituivano solo gli acconti"

La difesa dell'albergatore, primo dei non eletti all'Ars col M5s, chiede al giudice la revoca della misura cautelare: "Ha chiarito i fatti"

Fabrizio La Gaipa

"Non ho estorto neppure un centesimo ai miei dipendenti, mi restituivano solo i soldi degli acconti". L'imprenditore Fabrizio La Gaipa, 42 anni, titolare dell'hotel Costazzurra e candidato alle ultime elezioni regionali col M5s, finito martedì agli arresti domiciliari, questa mattina si è difeso davanti al gip Stefano Zammuto durante l'interrogatorio di garanzia e ha respinto le accuse.

"Estorsione ai dipendenti", arrestato primo dei non eletti all'Ars col M5s

Strategia difensiva diversa per il fratello Salvatore, 46 anni, socio dell'attività ma con una posizione più defilata perchè non si occupava in maniera esclusiva dei rapporti col personale, al quale è stato imposto il divieto di dimora nel Comune di Agrigento. Il fratello maggiore si è avvalso della facoltà di non rispondere.

I dipendenti costretti a restituire anche gli 80 euro del bonus Renzi

Fabrizio La Gaipa, accusato da tre dipendenti di avere imposto il "cavallo di ritorno" sullo stipendio con la minaccia, a volta larvata, del licenziamento, ha negato qualsiasi addebito cercando anche di chiarire i contenuti delle due conversazioni registrate di nascosto da uno dei tre ex dipendenti che lo accusa in cui si sente La Gaipa e il suo impiegato concordare termini e modalità della restituzione. 

"Spesso gli davo degli acconti - avrebbe detto al gip - e poi, al momento del saldo della busta paga, li conteggiavamo. Non ho mai estorto un centesimo  pagando sempre quanto era previsto in busta paga".

Estorsione ai dipendenti, La Gaipa risponderà al gip

"Il mio cliente - ha dichiarato l'avvocato Diego Galluzzo che difende i due indagati insieme al collega Calogero Petix - ha risposto e riteniamo di avere chiarito le accuse, in ogni caso alla luce delle sue risposte crediamo che le esigenze cautelari siano venute meno. Per questo abbiamo chiesto la revoca dell'ordinanza cautelare".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il pm Carlo Cinque si è riservato di esprimere il parere sulla richiesta entro 48 ore. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

  • Lampedusa brucia: incendiati i "cimiteri" dei barconi dei migranti, aperta un'inchiesta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento