Multe per scarichi abusivi lungo via Emporium, i cittadini passano all'attacco

Dopo decine di verbali da seimila euro comminati dal Libero consorzio i residenti sarebbero pronti a presentare un esposto alla Procura e alla Corte dei conti

viale Emporium

Hanno subito decine e decine di multe da ben 6mila euro perché le loro abitazioni erano sprovviste di regolare allaccio alla rete fognante e, in parte, scarivano direttamente nel fiume Akragas i reflui, ma i residenti dell'area di via Emporium che va dal ponte di "Babbaluciaro" alla via Apollo non ci stanno e passano al contrattacco.

Se molti di loro hanno già impugnato in tribunale le sanzioni, derivanti da attività di controllo condotte dalla Polizia municipale nel lontano 2014, adesso circola un esposto da presentare a Procura della Repubblica e alla Corte dei Conti e attraverso  cui contestare agli enti preposti un'inattività nella realizzazione della nuova rete fognante di San Leone. La linea di difesa è chiara: se ci fosse stata la rete i cittadini - che si autodenunciarono in parte anni fa proprio nella speranza di accelerare il processo di costruzione - si sarebbero allacciati senza problemi.

Intanto, proprio in questi giorni, il Libero consorzio (che è l'ente deputato alla contestazione delle violazioni ambientali) ha emesso nuove sanzioni. 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • "Vertici e affiliati di Cosa Nostra", 9 ordinanze di custodia cautelare: ai domiciliari l'ex consigliere comunale

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Forza posto di blocco, auto inseguita e fermata: è mistero sui motivi della fuga

  • I documenti obbligatori da tenere in auto

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento