Eraclea Minoa, c'è il progetto esecutivo per fronteggiare l’erosione

Il presidente Musumeci: "Abbiamo rimodulato il 'Patto per il Sud', reperendo quattro milioni di euro utili per il superamento dell’emergenza della costa"

"Lo avevo promesso ad Agrigento il 15 maggio scorso e la promessa è stata mantenuta: la devastata spiaggia di Eraclea Minoa, lungo la costa Agrigentina, ha già il progetto esecutivo pronto per fronteggiare l’erosione". Lo dichiara il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, nella qualità di commissario del governo nazionale contro il dissesto idrogeologico. 

Il via libera è arrivato dall’apposita Conferenza di servizi. Il 'ripascimento artificiale del litorale in erosione della frazione marina di Eraclea Minoa (a protezione del viale Eracle, via Artemide, viale Minosse)', ricade nei Comuni Agrigentini di Cattolica Eraclea e in parte in quello di Montallegro. Il progetto, che è stato redatto dagli uffici del Commissario di governo - coordinati dal soggetto attuatore Maurizio Croce - pone rimedio finalmente al processo di erosione del tratto di costa che va da Capo Bianco verso Est per circa 2 chilometri. Negli ultimi anni, la linea di costa é arretrata di oltre cento metri, sottraendo parte del boschetto adiacente la riva, e mettendo a rischio diverse strutture turistico-ricettive.

Le perplessità di MareAmico sul progetto  

"In appena tre mesi - afferma soddisfatto il presidente Musumeci - abbiamo rimodulato il 'Patto per il Sud', reperendo quattro milioni di euro utili per il superamento dell’emergenza della costa. Voglio esprimere un plauso per la competenza e le professionalità interne agli Uffici, che in pochissimo tempo hanno redatto un progetto esecutivo cantierabile che oggi è stato approvato".

La decisione di finanziare il progetto era stata presa dal governo Musumeci nella seduta straordinaria della Giunta regionale tenutasi ad Agrigento il 15 maggio scorso, in occasione del 72° anniversario dello Statuto siciliano. Nell'intervento verranno privilegiate tipologie di opere non invasive dal punto di vista paesaggistico e ambientale. E' prevista la realizzazione di tre pennelli sub-ortogonali alla linea di costa, realizzati con materiale lapideo, e il ripascimento artificiale con l’utilizzo della sabbia del porticciolo turistico di Siculiana marina.

"L’utilizzo della sabbia - conclude il governatore - consentirà, da un lato la sistemazione della costa di Eraclea Minoa senza far uso di cave marine o terrestri e dall'altro renderà fruibile lo stesso porticciolo, completamente insabbiato da almeno un trentennio, ridando impulso alle attività turistico-ricreative della zona".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formiche in casa: rimedi naturali per eliminarle

  • Nave "madre" abbandona barca a pochi metri dall'arenile: è maxi sbarco a Palma

  • Paga una piega ai capelli 150 euro, la parrucchiera: "Non ha voluto resto, mi sono commossa"

  • "Feroce" rissa davanti ad un ufficio postale, la Mobile evita il peggio: tre denunciati

  • Muore al "San Giovanni di Dio", espianto degli organi su una 29enne

  • Amazon a braccia aperte, l'agrigentina Valeria Castronovo: "Ho cambiato vita a 32 anni"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento