Emergenza loculi al cimitero Piano Gatta, accordo vicino: si punta a dei prefabbricati

Il serrato braccio di ferro fra Comune e la “Global Optimal Service” sembra andare verso la soluzione

 

A breve 380 nuovi loculi, di cui circa 200  disponibili nell’immediatezza, potrebbero essere costruiti al cimitero Piano Gatta di Agrigento.

Il serrato braccio di ferro fra Comune e la “Global Optimal Service”, società quest’ultima concessionaria del camposanto, nonostante le vertenze in corso, sembra alleviarsi.  Il muro che negli anni si era frapposto ai due soggetti, pubblico e privato, potrebbe abbattersi presto grazie all’avvio di un dialogo costruttivo tra le parti.

Dal Comune, infatti, è stato chiesto alla ditta, un progetto per la realizzazione di loculi prefabbricati da sottoporre  successivamente  al vaglio del Genio Civile di Agrigento per i relativi pareri tecnici.  La ditta concessionaria ha immediatamente presentato gli elaborati tecnici a palazzo dei Giganti. Iter quest’ultimo che potrebbe definirsi entro la settimana, con il deposito, negli uffici di piazza Vittorio Emanuele,  del progetto di un primo lotto che prevede la costruzione di 380 nuovi loculi. Espletate le procedure burocratiche e  al netto di ulteriori blocchi, il tempo di: costruzione, collaudo e disponibilità delle sepolture, potrebbe essere di circa due mesi. 

Dal 2016 nel cimitero Piano Gatta non si costruiscono più loculi. Nei mesi scorsi, l’elevato numero di salme in attesa di sepoltura aveva fatto scoppiare il caso.

 Interrogazioni parlamentari, appelli alla sensibilità delle istituzioni, petizioni popolari promosse da semplici cittadini e l’intervento delle autorità sanitarie, non erano  bastate a sbloccare l’emergenza. 

Attualmente, nel camposanto di Piano Gatta, le salme in attesa di sistemazione definitiva sarebbero una settantina, di cui, dieci nelle camere mortuarie e circa sessanta, momentaneamente tumulate nelle cappelle private “requisite” dal Comune.

Potrebbe Interessarti

  • Dieci anni de "Il volo", Naro abbraccia il suo Piero Barone: "L'amore per il mio paese non finirà mai"

  • Incassa il reddito di cittadinanza e non resta sul divano, l'appello di Vincenzo: "Disoccupati collaborate"

  • "Vuoi sposarmi?", romantica proposta di matrimonio all'alba nella Valle dei Templi

  • Insegnante canta "Bella ciao…" al porto di Lampedusa: è bagarre con gli isolani

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento