"Agrigento non mollare": lottano in corsia ma non solo: medici e operatori lanciano raccolta di fondi

L'iniziativa, nata da un gruppo di sanitari, consentirà l'acquisto di ventilatori polmonari e altri presidi necessari per fronteggiare un'eventuale emergenza pure nell'Agrigentino: l'iniziativa sarà coordinata dalla Confraternita Misericordia di Favara

"Agrigento non mollare": medici e professionisti sanitari della provincia di Agrigento lanciano l'iniziativa e avviano una raccolta di fondi per l'acquisto di ventilatori polmonari e altri presidi per l'emergenza legata al Coronavirus. In "trincea" negli ospedali, quindi, ma non solo. 

L'iniziativa sarà gestita dalla Confraternita Misericordia di Favara. "In collaborazione con buona parte della comunità medica - spiega il governatore Giuseppe Castronovo - e tantissime persone oneste, si sta creando una raccolta di fondi per l'acquisto di un ventilatore polmonare e di altro materiale utile da donare all'Asp di Agrigento, al fine di controllare un'eventuale esplosione del contagio da Covid-19 ad Agrigento e provincia". 

"Invitiamo tutta la popolazione e tutte le categorie professionali - spiegano i promotori dell'iniziativa -, ad aderire anche con un piccolo sforzo. Il tutto parte da noi perché probabilmente siamo quelli messi in prima linea. Prima di tutti ci stiamo rendendo conto della gravità della situazione, della condizione in cui versano i nostri ospedali e le condizioni in cui gli operatori devono lavorare e cercare di dare soccorso a chiunque ne abbia bisogno".

Chi volesse donare, può farlo tramite bonifico bancario all'Iban: IT 87 T 0577282930CC 0550755457

Banca popolare Sant'Angelo, filiale Favara

Causale del bonifico: Acquisto ventilatori polmonari e altri presidi per l'emergenza Covid-19

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • "Quanto dolore, passa un'ambulanza ogni sei minuti e tanti amici hanno il Covid-19": l'agrigentina Giusy in "trincea" a Bergamo

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Coronavirus, sabato di "follia" a Porto Empedocle: "ressa" davanti al supermercato

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento