Amministrative 2020, tutti alla ricerca di un "anti-Firetto"

L'attuale sindaco resta al momento anche l'unico candidato "ufficiale": le grandi manovre stentano a partire

Agrigento

I mesi corrono e, quando meno ce ne accorgeremo, sarà già il 2020, l'anno del voto per le amministrative del capoluogo. Il tempo, letteralmente, sta volando ma questo non sembra stia accelerando le scelte della politica, che invece non sembra aver avviato le procedure che dovrebbero individuare i nuovi candidati, a partire da quelli alla carica di sindaco.

Anzi, a regnare sembra sia sostanzialmente la confusione, e una domanda, su tutte: "Ma a cu ci mittemu?". Se la ricandidatura di Lillo Firetto appare un fatto certo, infatti - e questo nonostante le potenziali vicende giudiziarie, come quella che potrebbe scaturire dalla storia dei bilanci "gonfiati" a Porto Empedocle - scarseggiano ancora gli sfidanti. I nomi finora circolanti sembra anzi siano stati sistematicamente accantonati, così come previsto nella migliore delle tradizioni. Questo a partire da Marco Zambuto, per un periodo indicato come candidato dell'area Dimauriana e che invece adesso sembra aver segnato il passo. Nessuno ha idea, invece, di cosa voglia/possa fare Forza Italia. in Consiglio comunale l'area Gallo "flirta" con Firetto, questo è chiaro, ma il sostegno fino a che punto si spingerà?

A regnare è insomma l'incertezza, anche perché l'idea degli avversari di Firetto sarebbe quella di individuare una personalità che abbia già una sua "forza" politica e un profilo di prestigio al netto della candidatura in sé tali da consentire una vittoria al primo turno evitando un pericoloso ballottaggio. Un "antipapa" capace di costruire intorno a sè un progetto di una certa credibilità. 

Ma se in si misureranno alle prossime elezioni (diverse le liste, questo sembra abbastanza certo) nessuno pare voglia rischiare la "faccia" con il più gravoso degli impegni, cioè quello del candidato sindaco. Questo al netto, sia chiaro, delle candidature "secondarie", quelle cioè al massimo buone per scroccare un posto da assessore o che da tradizione spostano poche centinaia di voti ma non l'asticella della bilancia elettorale vera e propria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

  • Mafia e droga, la maxi inchiesta "Kerkent": tre indagati chiedono di parlare col pm

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento