Smog, trasporti e gestione idrica: sempre più in fondo alla classifica

Presentato il rapporto annuale di Legambiente. Analizzati smog, trasporti e gestione idrica. Sta peggio Catania, ultimo posto. Male anche Palermo. La denuncia di Gianfranco Zanna

Agrigento al penultimo posto tra le città italiane, nella graduatoria di Ecosistema Urbano, l’annuale rapporto di Legambiente, giunto alla sua venticinquesima edizione, presentato oggi a Milano e realizzato con il contributo scientifico di Ambiente Italia, la collaborazione editoriale de “Il Sole 24 ore” e con un contributo di Ispra.

“Siamo ultrastanchi – dichiara Gianfranco Zanna, presidente di Legambiente Sicilia - di leggere i nomi delle città siciliane negli ultimi posti delle classifiche di qualunque dossier di Legambiente. Quello presentato oggi, Ecosistema Urbano, fotografa una situazione che non possiamo più accettare e ricade pesantemente sulla qualità della nostra vita”.

Anche il piazzamento di Palermo non è dei migliori, e Catania è addirittura all’ultimo posto, dopo Agrigento.

“Questo significa che le performance ambientali in Sicilia sono all’anno zero – aggiunge Zanna –. A fronte di comuni che investono sul solare, contengono lo spreco d’acqua, che diventano byke friendly, noi non abbiamo ancora idea di come smaltire i rifiuti, la raccolta differenziata langue. Con il cambiamento climatico in atto, non abbiamo preso alcun provvedimento, strade allagate, strade e muri franati, l’acqua piovana non viene raccolta per uso irriguo, per i danni causati dal maltempo ben due dirigenti del Genio civile di Catania e Palermo si sono dimessi. Una situazione inaccettabile. Regione e Comuni si diano una mossa, la nostra vivibilità deve essere tutelata”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento