Dolce & Gabbana, tour internazionale d'alta moda nella Valle dei Templi

Il Comune - che ha concesso il gratuito patrocinio - ha ritenuto “di rilevante interesse per la città, anche ai fini della crescita turistica del territorio, ospitare la manifestazione di una delle più alte espressioni dell’industria creativa e del ‘made in Italy’"

La sfilata di Dolce & Gabbana in piazza Pretoria a Palermo

Se Gucci ha scelto, per uno spot di moda, l’area dei Templi di Selinunte, Dolce & Gabbana hanno invece optato – e adesso è ufficiale – per la Valle dei Templi di Agrigento. Le nostrane rovine archeologiche, a luglio, saranno lo scenario privilegiato di una manifestazione – di livello internazionale – di alta moda.

Sfilate di lusso, Dolce e Gabbana scelgono la Valle dei Templi?

Se ne parla già dal 2017. Allora, era l’inizio di luglio, piazza Petroria, a Palermo, ospitò una sfilata nelle sfilate. Pare che, poco dopo, anche ad Agrigento si iniziasse a parlare di questa possibilità: essere location di una manifestazione di livello internazionale di alta moda. La società di produzione FeelRouge Worldwite Shows Srl ha ricevuto formale incarico dalla società Dolce & Gabbana Srl di organizzare un evento di alta moda ad Agrigento. Un progetto che, negli anni trascorsi, Domenico Dolce e Stefano Gabbana hanno realizzato in altre prestigiose città italiane di grande interesse culturale e turistico. La FeelRouge Worldwite Shows Srl con sede a Milano, poco prima dello scorso Natale, ha chiesto all’amministrazione comunale il patrocinio per la manifestazione di alta moda.

Patrocinio che, naturalmente, Agrigento ha concesso con tutto il cuore. A firmare il provvedimento – la concessione del gratuito patrocinio e l’utilizzo del logo del Comune – è stato, ieri, il sindaco Lillo Firetto. L’amministrazione Firetto, che ieri manteneva il massimo riserbo, ha ritenuto “di rilevante interesse per la città, anche ai fini della crescita turistica del territorio, ospitare la manifestazione di una delle più alte espressioni dell’industria creativa e del ‘made in Italy’ nell’alta moda, apprezzata nel modo – è stato scritto nella determina sindacale di concessione del patrocinio - . Sin dal 2017, questa amministrazione ha avviato con Dolce & Gabbana opportuni contatti propositivi per un evento di primaria importanza ad Agrigento, nella Valle dei Templi, in vista dei 2.600 anni dalla fondazione di Akragas”.

Nella determina del sindaco Firetto è stato, inevitabilmente, sottolineato anche “l’interesse e il ritorno mediatico che la manifestazione susciterà come efficacissimo veicolo di promozione del territorio”. Ecco, dunque, che – praticamente con tutto il cuore – è stato concesso il gratuito patrocinio e l’utilizzo del logo del Municipio. Una scelta che, naturalmente, non comporta oneri per palazzo dei Giganti. Una scelta che, però, non potrà che avere un ritorno d’immagine ed economico per l’intera città dei Templi. Il sindaco Lillo Firetto ha anche stabilito di individuare quale ufficio referente dell’amministrazione l’ufficio di staff del sindaco “che curerà l’interfaccia con la società organizzatrice e il coordinamento tra gli uffici interessati”. Firetto, ieri, non ha voluto commentare. Sembra verosimile – forse quasi certo – che vi sia, trattandosi di Dolce & Gabbana, un obbligo di riservatezza. 

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento