Parcheggio di Bovo Marina, il tribunale dissequestra l'area

I sigilli erano scattati nel contesto di un'indagine per invasione di terreno pubblico

Un momento del sequestro

E' stato dissequestrato il parcheggio di Bovo Marina, a Montallegro. Il Tribunale di Agrigento ha difatti accolto la richiesta di riesame degli avvocati Teo Caldarone e Gianni Hamel che si erano opposti al sequestro preventivo, convalidato dal Gip, della zona di proprietà dei fratelli Manzone che insiste in un'area di pregio sul litorale di Montallegro.

"Invasione di terreno pubblico", otto indagati e maxi sequestro

“Con l’accoglimento della richiesta di riesame da parte del Tribunale di Agrigento, malgrado ancora non si conoscano le motivazioni del provvedimento - dicono gli avvocati Caldarone ed Hamel -, cede l’impianto accusatorio sotteso al provvedimento di sequestro per l’evidente insussistenza dei reati ipotizzati a carico dei fratelli Manzone di invasione di terreno ed occupazione di suolo pubblico.
 Quanto deciso dal Tribunale, pertanto, conferma e dimostra come fossero state oltremodo inopportune ed ingiustificate le manifestazioni trionfalistiche dell’Amministrazione comunale di Montallegro, già stigmatizzate dalla difesa, con le quali era stata data pubblicità al sequestro, prima ancora della verifica della sua legittimità. Tanto rumore per nulla”.

Maxi parcheggio di Bovo marina, il Gip convalida il sequestro dell'area

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cade dal carro di Carnevale ed è tragedia: morto un bimbo di 4 anni

  • Emergenza Coronavirus, scatta la quarantena per tre persone

  • La Questura ferma il Carnevale di Sciacca, la kermesse è stata definitivamente annullata

  • "C'è un sospetto caso di Coronavirus al pronto soccorso", l'allarme viaggia su Whatsapp: è una fake news

  • L'incidente mortale a San Leone, arrestato il 49enne che era alla guida dell'auto

  • Psicosi Coronavirus, dirigenti scolastici sospendono le gite

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento