Il Comune di Ribera entra nell'Anpr, soddisfazione del sindaco Pace

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di AgrigentoNotizie

Il quattro dicembre 2019 il Comune di Ribera ha effettuato il subentro nell’ANPR (Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente).
“C’è estrema soddisfazione per l’eccellente risultato raggiunto – hanno commentato il Sindaco Carmelo Pace e l’Assessore ai Servizi Demografici Mimmo Aquè, questo subentro proietta il nostro comune all’interno di una rete di servizi anagrafici di respiro nazionale. Adesso per la nostra amministrazione si prospettano notevoli miglioramenti per quanto riguarda la gestione dei servizi anagrafici con benefici tangibili per tutti i nostri cittadini”. I vantaggi dell’ANPR riguardano, infatti, la velocizzazione di numerose pratiche richieste ai Servizi Demografici, quali Cambi di Residenza, Atti di Stato Civile come nascite, decessi, pubblicazioni di matrimonio o nei rapporti con enti esterni quali le ASL o l’Agenzia delle Entrate che fino ad oggi hanno sempre richiesto tempistiche maggiori. Basti pensare che per un Cambio di Residenza, un’operazione che viene svolta migliaia di volte in un giorno in Italia, oggi c’è bisogno che il cittadino si rechi allo sportello e che l’impiegato invii la comunicazione ad un altro Comune, processandola a mano. Si deve poi attendere la risposta, con possibilità di errore. Da questo momento, invece, la procedura per due Comuni facenti parte dell’ANPR sarà completamente automatizzata, con tempi di risposta praticamente immediati. Questo tempo risparmiato dall’amministrazione potrà essere utilizzato per migliorare la qualità totale dei servizi
destinati ai cittadini. Da questo momento non sarà più necessario verificare le informazioni tramite fax o mail, perché le Pubbliche Amministrazioni che sono già inserite nel sistema hanno accesso immediato all’interscambio di dati, di verifiche e di certificazioni. Per i cittadini questo si tramuta in una riduzione dei tempi di attesa quando richiedono documenti ai Comuni che fanno già parte dell’ANPR. L’apice di questo progetto verrà toccata quando tutti i comuni saranno finalmente confluiti nell’anagrafe unica, rendendo
tutti i sistemi anagrafici interoperabili e rimuovendo ogni sorta di barriera territoriale. Da questo punto di vista, siamo molto orgogliosi del subentro nell’Anagrafe Nazionale, e un plauso va fatto ai dipendenti del sistema informatico comunale e dei servizi demografici del nostro Comune coordinati dal funzionario Luigi Marino, che fin dal mese di aprile del 2018 hanno svolto un egregio lavoro di bonifica dei dati, permettendo il raggiungimento del risultato. A tutto questo va aggiunto tutto il processo di ammodernamento del sistema informatico dei servizi demografici ed in particolare della Carta d’Identità elettronica.

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento