Demolizioni a Palma di Montechiaro, tracciata la strada delle priorità

Si procederà sugli immobili che, per qualunque motivo, costituiscono un pericolo per la pubblica e privata incolumità e su quelli che sono nella disponibilità di soggetti condannati per “416-bis”

Immobili di rilevante impatto ambientale o costruiti su area demaniale o in zona soggetta a vincolo ambientale e paesaggistico o, ancora, a vincolo sismico o a vincolo idrogeologico o a vincolo archeologico o storico-artistico. Immobili che, per qualunque motivo, costituiscono un pericolo per la pubblica e privata incolumità e immobili che sono nella disponibilità di soggetti condannati per “416-bis”. Aggiudicata, in maniera definitiva, la gara d’appalto per le demolizioni degli stabili abusivi, il Comune di Palma di Montechiaro ha tracciato la strada delle priorità per far mettere in moto le ruspe.

Demolizioni, aggiudicata la gara d'appalto 

“Dopo la aggiudicazione definitiva della gara, il prosieguo dell'iter è di esclusiva natura gestionale e di competenza dell'Utc – ha spiegato ieri il sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino - . L'ufficio dovrà procedere applicando quanto già disposto nelle direttive precedenti e nei limiti e nei modi previsti dalla legge. Per equità e trasparenza dell'azione amministrativa intendiamo uniformarci ai criteri richiamati nel disegno di legge: Disposizioni in materia di criteri per l'esecuzione di procedure di demolizione di manufatti abusivi”. 

L'aggiudicazione dei lavori di demolizione degli immobili abusivi, anche se in via provvisoria, era avvenuta all’indomani dell'avviso a comparire notificato, dai carabinieri della sezione Pg della Procura, al sindaco di Palma di Montechiaro, Stefano Castellino, in quanto indagato per le ipotesi di reato di falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici, rifiuto di atti d'ufficio e abuso d'ufficio. Lo scorso fine febbraio, a Castellino è stato notificato l'avviso di conclusione delle indagini.

Con il passaggio formale dell'aggiudicazione definitiva della gara d'appalto, le demolizioni dovrebbero dunque presto riprendere a Palma. "Nell'ambito di ciascuna tipologia, determinata con provvedimento del titolare dell'affido requirente, tenendo conto dei criteri indicati e delle specificità del territorio, - ha aggiunto Castellino - la priorità è attribuita di regola agli immobili in corso di costruzione o comunque non ultimati alla data della sentenza di condanna di primo grado e agli immobili non stabilmente abitati”. 
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento