Democrazia partecipata: più della metà dei comuni non riesce a spendere i soldi

Pochi i centri che sono riusciti a non incappare nelle sanzioni previste dalla norma, che prevede il recupero delle somme stanziate

(foto ARCHIVIO)

Ventiquattro comuni su 43 hanno dovuto restituire, in tutto o in piccola parte, somme versate dalla Regione Siciliana per sostenere iniziative selezionate con il sistema della “Democrazia partecipata”, perché non sono state spese. Il decreto di recupero, per l’anno 2017, è stato firmato nei giorni scorsi e riguarda appunto un numero rilevante di centri.

I i “bravissimi” sono stati davvero pochi. Si tratta di: Bivona, Burgio, Caltabellotta, Cammarata, Casteltermini, Castrofilippo, Cattolica Eraclea, Joppolo Giancaxio, Montevago, Naro, Raffadali, Realmonte, Ribera, Santa Elisabetta, Santa Margherita di Belice, Sant’Angelo Muxaro, Sciacca e Siculiana. A questi si possono ovviamente aggiungere centri come Agrigento, Cianciana e Porto Empedocle che, invece, dovranno restituire pochi tra i sessanta centesimi e i trenta euro. La legge sulla "Democrazia partecipare" impone ai comuni di spendere le risorse entro un anno, altrimenti si attivano processi di recupero delle somme.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo tampone positivo, Agrigento dopo oltre 2 mesi non è più Covid free

  • Scoppia l'incendio a Giokolandia: le fiamme altissime distruggono le attrezzature del parco giochi

  • "No" assembramenti: stop a feste e sale da ballo, ipermercati chiusi le domeniche pomeriggio

  • Scoppia l'incendio mentre il camion è sul viadotto, motrice invasa dalle fiamme

  • "Minacce di morte e calci nella pancia alla fidanzata incinta", la donna lo perdona e ritira la querela

  • Lascia i migranti davanti la spiaggia e riprende il largo: bloccato "taxi del mare" e arrestato scafista

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento