Omicidio Mattina, annullata con rinvio l'ordinanza di arresto

Lo ha deciso la Cassazione su ricorso della difesa del ventottenne palermitano Giovanni Riggio

Nel riquadro, la vittima: Giuseppe Mattina; al centro l'imputato: Giovanni Riggio

Il tribunale del Riesame dovrà pronunciarsi di nuovo. E' stata annullata con rinvio ad un'altra sezione la decisione del Riesame che aveva confermato l'ordinanza di custodia cautelare in carcere per Giovanni Riggio, il palermitano ventottenne, reo confesso dell'omicidio - avvenuto lo scorso 5 maggio - del meccanico agrigentino di 41 anni Giuseppe Mattina.

"Sferrò 27 coltellate per ucciderlo", Riggio sceglie il rito abbreviato 

Il delitto avvenne nel magazzino di contrada San Benedetto, nella zona industriale di Agrigento. L'omicidio del quarantunenne meccanico Giuseppe Mattina, per motivi di denaro, avvenne la sera dello scorso 5 maggio. Poche ore dopo, all'alba del 6 maggio, il palermitano Giovanni Riggio, che è rappresentato e difeso dall'avvocato Marco Martorana, confessò il delitto.

Riggio resta comunque in carcere nell'attesa della nuova udienza al tribunale del riesame. 

La famiglia Mattina è rappresentata e difesa dall'avvocato Salvatore Cusumano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Autovelox alla rotonda degli scrittori: raffica di multe, il telelaser incastra invece i più audaci

  • Incidente fra auto e moto, 3 feriti: uno è grave e l'altro era senza patente

  • Trovati i "pizzini" e il "libro mastro": i due fratelli applicavano tassi usurai che arrivavano al 120%

  • "Hanno incassato 80 mila euro su un prestito di 25, ma ancora volevano soldi": fermati due fratelli

  • Maxi truffa all'Inail, sequestro da 130mila euro nei confronto di un oleificio

  • Alberi e detriti per strada, il sindaco: "Non uscite da casa se non necessario"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento