"Valanga" di debiti fuori bilancio: settanta da votare entro il 31 dicembre

In aula "Sollano" sono volate scintille, con la maggioranza che ad un certo punto ha abbandonato appena sono venuti meno i numeri

Prove tecniche di discussione del bilancio in Consiglio comunale, e l'atmosfera non è affatto serena. A scaldare gli animi sono gli ormai costanti debiti fuori bilancio, che, nella seduta di ieri, sono stati elemento di profondo dibattito. E così non poteva non essere, dato che i consiglieri si sono visti recapitare, tra "capo e collo" 19 debiti fuori bilancio, 16 dei quali inseriti all'ordine del giorno solo ieri e da discutere in via d'urgenza, non potendo contare nemmeno sul parere della commissione Bilancio, la quale in larga parte si è poi astenuta anche dal votare i punti in aula ad eccezione del consigliere Gioacchino Alfano.

Vecchi canoni idrici, come un potenziale credito diventa un debito fuori bilancio

I componenti della commissione presieduta da Marco Vullo contestavano infatti un "colpevole ritardo nella trasmissione dei superiori debiti" che potevano essere inviati in aula già a fine settembre e che invece hanno atteso all'ufficio di gabinetto del sindaco per mesi prima di giungere alla Presidenza del Consiglio comunale lo scorso 11 dicembre. Cosa sia successo lo ha provato a spiegare in aula lo stesso dirigente finanziario: quei debiti hanno avuto "un incidente", perché di fatto si sono persi per strada nel tragitto tra un ufficio e l'altro.

Debiti fuori bilancio, buco senza fine: serviranno altri 220mila euro

Un fatto che ha provocato durissime reazioni da parte dei consiglieri di opposizione, anche considerato che in Aula bisognerà approvare i documenti propedeutici al bilancio previsionale 2018 e poi quest'ultimo, probabilmente il prossimo 28 dicembre e, soprattutto, preso atto del fatto che rimangono almeno un'altra sessantina di debiti che potrebbero piovere addosso ai consiglieri. Se va detto che il ritardo ha portato la presidente Daniela Catalano a contestare il lavoro degli uffici, tanto da parlare di "indecenza" e il segretario generale a  chiedere chiarimenti all'operato dei dirigenti e funzionari per un fatto "tristissimo", a scaldarsi è soprattutto la voce dell'opposizione, ad eccezione di Forza Italia, che sulle tematiche del bilancio sembra pronta a sostenere l'Amministrazione, muovendosi in una sorta di "terra di mezzo", come detto dal consigliere Gianluca Urso.

Sempre più debiti fuori bilancio, ma la commissione d'indagine tarda ad arrivare

Un appoggio, a ieri, inutile, dato che sono stati gli stessi consiglieri "filogovernativi" (impossibile parlare di maggioranza, numericamente parlando) a sfuggire alla spicciolata appena ci si è resi conto che il numero legale stava per crollare. Fatto che è accaduto, riaggiornando tutto a stasera. Così alla fine profetiche suonano le parole del consigliere Gerlando Gibilaro, che, ironicamente, ha detto che i debiti fuori bilancio rappresentano un bene per alcuni consiglieri che, in assenza di argomenti, hanno almeno qualcosa da votare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento