“Danno professionale”, due dipendenti della polizia municipale contro il Comune

Una sentenza del tribunale di Agrigento avrebbe riconosciuto per i lavoratori la qualifica di “addetti al coordinamento e al controllo”, titolo che, però, sarebbe stato disatteso dai loro superiori

Un mezzo della polizia municipale

Due dipendenti della polizia municipale di Agrigento hanno citato in giudizio il Comune per un presunto caso di dequalificazione professionale.

Una sentenza del tribunale di Agrigento avrebbe riconosciuto per i dipendenti la qualifica di “addetti al coordinamento e al controllo”, titolo che, però, sarebbe stato disatteso dai loro superiori.

I lavoratori, si legge in una proposta di determina sindacale, avevano fatto ricorso nel novembre del 2015, chiedendo alla sezione “Lavoro” del tribunale di Agrigento di “dichiarare l’intervenuta dequalificazione professionale e l’intervenuto demansionamento” subìto a decorrere dalla sentenza con cui lo stesso tribunale avrebbe riconosciuto loro le mansioni di “addetti al coordinamento e al controllo”, qualifica che però non sarebbe stata riconosciuta.

Adesso, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, ha autorizzato la costituzione in giudizio del Comune, dando incarico per la difesa dell’ente all’avvocato Rita Salvago, funzionario specialista del primo settore.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, derubato un corriere: portati via pacchi e soldi

  • Il Giro d'Italia torna nell'Agrigentino, la "corsa rosa" fa tappa in Sicilia

  • Mafia e droga, la maxi inchiesta "Kerkent": tre indagati chiedono di parlare col pm

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento