"Ingiustificato compenso e danno erariale", citati a giudizio ex presidenti del Cupa

La Procura regionale della Corte dei conti ha citato anche Giuseppe Vella, 49 anni, all'epoca segretario e direttore generale dell'ormai ex Provincia

"Ingiustificati compensi" per l'incarico di direttore amministrativo del Consorzio universitario di Agrigento. La Procura regionale della Corte dei conti ha citato in giudizio Giuseppe Vella, 49 anni, all'epoca segretario e direttore generale dell'ormai ex Provincia e dall'1 dicembre scorso segretario generale del Comune di Palermo, e gli ex presidenti del Cupa Joseph Mifsud, 58 anni, e Maria Immordino, 67 anni. L'udienza della Corte si terrà il prossimo 11 luglio. Entro il 20 giugno, dunque, i convenuti dovranno depositare memorie e documenti. 

Nell'atto di citazione, firmato dal procuratore regionale Gianluca Albo, viene ipotizzato un danno erariale complessivo di 179.600 euro suddiviso tra Vella (89.800 euro), Mifsud (64.400 euro) e Immordino (25. 400 euro). I tre dovranno comparire davanti ai giudici della Sezione giurisdizionale il prossimo 11 luglio.

La vicenda è venuta fuori dopo un esposto anonimo. Delle indagini e accertamenti si è occupata la Guardia di finanza. La nomina di Vella a direttore del Consorzio universitario è avvenuta nel 2010. Il funzionario era stato indicato dall'allora presidente della Provincia, ente che deteneva la maggioranza assoluta delle quote e a cui, secondo il regolamento in vigore, spettava di "prestare" il segretario generale come direttore amministrativo. Il rapporto tra il dirigente e l'università venne affidato ad una nota col quale l'allora presidente Mifsud fissava una retribuzione annua di 42 mila euro, oltre la tredicesima mensilità. Secondo la Procura contabile, invece, il precedente direttore amministrativo avrebbe percepito un compenso pari al 30 per cento dell'indennità del vice presidente della Provincia (all'epoca della nomina di Vella poco più di 15 mila euro). L'ipotesi di danno erariale per la differenza che sarebbe stata incassata illegittimamente, pari a circa 126 mila euro. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Due colpi di fucile contro il portone e uno contro la camera da letto: 40enne nel mirino

  • Cronaca

    Assenteismo, decisa assoluzione per ventuno impiegati

  • Cronaca

    "Rapina con pestaggio e riscatto", la Corte di appello annulla tre condanne

  • Cronaca

    Due case rischiano di crollare, sgomberate due famiglie

I più letti della settimana

  • Temporali e forte vento, si temono nuove esondazioni: è allerta "arancione"

  • L'incubo statale Agrigento-Palermo: ecco dove resta chiusa e tutte le deviazioni

  • "Ho perso il telefonino e mio padre mi ha dato pugni e calci", racconto choc di un bimbo di 5 anni

  • Commerciante agrigentino sommerso dai debiti, applicata la legge "salva suicidi"

  • Scommesse on line con la regia della mafia, coinvolti quattro agrigentini

  • Pericolo caduta massi sulla strada, chiusa la statale "Delle Solfare"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento