Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Emergenza Coronavirus, faccia a faccia Comune: chiesto lo stato di crisi del turismo

A Palazzo dei Giganti si è istituito un tavolo sui danni che il virus sta causando soprattutto all'economia del territorio

 

In attesa del varo in parlamento del decreto del Governo per fronteggiare l’emergenza economica del coronavirus, al Comune di Agrigento si è discusso dei danni causati al comparto turistico dall’insorgere della virulenta infezione. 

Un problema che non interessa solo la città di Agrigento ma che qui, ha determinato la sospensione della festa del Mandorlo in Fiore.  Al vertice, che si è svolto nella sala giunta di  Palazzo dei Giganti hanno partecipato, tra gli altri anche i responsabili delle associazioni di categoria: Confcommercio, Cna e Confesercenti, presente anche il consorzio Turistico Valle dei Templi. Gli operatori del settore hanno palesato i danni all’economia del territorio e chiesto, al Comune di Agrigento di intervenire con misure urgenti. Fra le istanze inoltrate al sindaco Lillo Firetto, c’è quella di poter usufruire delle somme derivanti dalla tassa di soggiorno.

Fondi che però, almeno in parte, sarebbero vincolati dalla burocrazia. Il tavolo con le associazioni datoriali, avviato oggi nella città dei Templi, si è aggiornato a venerdì prossimo 6 marzo, quando cioè il parlamento dovrebbe dare il benestare alle misure previste dalla presidenza del consiglio dei ministri.

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento