Crollo del viadotto Petrulla, chiuse le indagini: ci sono due indagati

Si tratterebbe del progettista e del direttore dei lavori. A seguito del cedimento del ponte, nel 2014, diverse vetture rimasero coinvolte nel successivo tamponamento a catena

Il crollo del viadotto Petrulla

Si sono concluse le indagini per il crollo del viadotto Petrulla, venuto giù il 7 luglio 2014, sulla statale 626, nei pressi di Ravanusa. Secondo quanto riportato dal Giornale di Sicilia, sarebbero due gli indagati per "disastro colposo". Si tratterebbe dell'ingegnere Angelo Cammarata, che fu il progettista, e del direttore dei lavori Stefano Orlando

"Cammarata - si legge sul quotidiano - ha chiesto di essere interrogato dalla Procura di Agrigento per potersi difendere dai fatti che gli vengono contestati".

La costruzione fu realizzata nei primi anni Ottanta. A seguito del cedimento del ponte, diverse vetture rimasero coinvolte nel successivo tamponamento a catena. Ci furono quattro feriti, fortunatamente senza gravi conseguenze. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Va a dare da mangiare agli animali e raccogliere verdura: non torna più a casa, 53enne ritrovato morto

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Temporali, vento e grandine: strade chiuse, crolli, alberi caduti ... ma Licata è in ginocchio

  • La mareggiata fa danni, annientato e distrutto uno dei principali chioschi delle Dune

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento