Crollo palazzo Lo Jacono, indagato il sindaco Zambuto

L'accusa ipotizzata sarebbe quella di delitti colposi di danno. Insieme al primo cittadino, inoltre, sarebbero state iscritte altre 6 persone, tra tecnici e funzionari del Comune di Agrigento

Marco Zambuto

Il sindaco di Agrigento, Marco Zambuto, è stato iscritto nel registro degli indagati dalla Procura della Repubblica di Agrigento nell'ambito dell'inchiesta sul crollo di palazzo Lo Jacono - Maraventano, nel centro storico  di Agrigento, avvenuto lo scorso 25 aprile.

L'accusa ipotizzata sarebbe quella di delitti colposi di danno. Insieme al primo cittadino, inoltre, sarebbero state iscritte altre 6 persone, tra tecnici e funzionari del Comune di Agrigento, impegnati tra il 2008 e il 2010 nei lavori di messa in sicurezza del palazzo.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di myhappyshop
    myhappyshop

    Mai visto Agrigento così in basso, forse nei primi anni 90 ma ero troppo piccolo per ricordare. Ricordi che son tornati tutti in mente.

  • Avatar anonimo di Davide montalbano
    Davide montalbano

    Te lo meriti zambu!!!

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Incidente sulla Palermo-Agrigento, scontro tra un’auto e un furgone: sei feriti, uno è grave

  • Cronaca

    La bombola del gas funziona male e scoppia un incendio: salvi due 80enni, casa inagibile

  • Cronaca

    Ventisettenne scomparso a Londra, la madre: "Il silenzio mi sta uccidendo, aiutatemi a trovare mio figlio"

  • Cronaca

    Isola ecologica di nuovo chiusa, torna l'incubo per i cittadini

I più letti della settimana

  • Un big della politica si sposa in gran segreto a Siculiana, ex premier ed ex ministro testimoni

  • Esplode la bombola della stufa a gas, tragedia sfiorata a Raffadali

  • Nessuna notizia da 7 giorni: 27enne agrigentino scomparso a Londra

  • Il presidente della Repubblica ha firmato: Comitini adesso è una città

  • Classifica dei migliori panettoni, c'è un produttore agrigentino

  • Piante di marijuana e hashish, nei guai un parrucchiere e un operaio

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento