Crolla rudere disabitato a Porto Empedocle, chiuso un tratto di statale 115

Sul posto i vigili del fuoco e l'Anas, è iniziata la messa in sicurezza della zona

Giornata di apprensione a Porto Empedocle. E’ crollato un rudere disabitato nei pressi del lungomare “Nettuno”. Sul posto si sono precipitati i vigili del fuoco del comando provinciale di Agrigento e l’Anas. La circolazione, lungo la statale 115, ha subito dei rallentamenti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A spiegare l’accaduto è stato il sindaco di Porto Empedocle, Ida Carmina:  "La circolazione sta subendo un rallentamento con senso unico alternato nella strada statale 115 nei pressi del bivio per accedere al lungomare Nettuno, all’ incirca di fronte alla pizzeria “L’ albero" a causa del crollo di un rudere disabitato privato. I lavori  - spiega il sindaco - sono in atto e riteniamo la circolazione possa tornare alla normalità nel breve periodo. Da questa mattina - dice il primo cittadino -  avendo identificato il crollo, siamo sul posto, l’ Amministrazione e gli uffici per monitorare e garantire la messa in sicurezza della circolazione stradale e l'incolumità dei residenti e degli automobilisti. L'intervento di messa in sicurezza in capo al privato è in corso d'opera. Un ringraziamento doveroso a tutti coloro che hanno lavorato e stanno lavorando per garantire la sicurezza di tutti". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Morì nella sua abitazione, il tampone Covid-19 è risultato "positivo"

  • Caso di Covid-19 anche a Porto Empedocle: contagiato il marito del sindaco

  • Arriva la conferma: il tampone Covid-19 è positivo, contagiato secondo agente della Penitenziaria

  • Coronavirus, sabato di "follia" a Porto Empedocle: "ressa" davanti al supermercato

  • Impennata di contagi Covid-19: l'Agrigentino sale a 75 casi

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento