Un reparto di Terapia intensiva al "Parlapiano": la proposta del sindaco Pace

L'idea era stata lanciata più volte in questi giorni: si andrebbe a riutilizzare l'attuale sala operatoria

Trasformare l'attuale sala operatoria dell'ospedale "Fratelli Parlapiano" in un reparto di terapia intensiva per affrontare l'emergenza coronavirus. A rilanciare la proposta, che in questi giorni era stata in realtà già avanzata da diversi soggetti istituzionali, è adesso il sindaco di Ribera, che ha firmato una lettera destinata ad Asp, Regione, Ars e Protezione civile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"L'emergenza Coronavirus - dice Carmelo Pace - impone a tutti noi ad assumere tempestivamente iniziative che possono essere di aiuto e supporto alla nostra popolazione in un momento così drammatico. Considerato che l'ospedale di Ribera ha tutti i requisiti per avere un reparto di terapia intensiva a pressione negativa, in quanto è già esitente un ex blocco operatorio con impiantistica di areazione a filtri laminari e assoluti e di gas medicali riattivabili in brevissimo tempo (presumibilmente in 7 giorni)  - continua -si chiede a coesta direzione generale, considerato che nella provincia di Agrigento non sono presenti tali strutture, di prendere in considerazione seriamente la realizzazione di tale progetto". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sbaglia auto e forza la portiera: scoppia il caos nel parcheggio del supermercato

  • Bastonata, ceffone e pedata in pieno centro: indagine verso la svolta

  • Incidente a Broni: scontro frontale fra due auto, muore 29enne di Ravanusa

  • Tornano a casa e la trovano occupata: scoppia il caos a Villaseta

  • S'è aperto il "fronte" tunisino: aumentano gli sbarchi e ci sono tanti "indesiderati"

  • Lampedusa brucia: incendiati i "cimiteri" dei barconi dei migranti, aperta un'inchiesta

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento