Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Spesa nel "carrello sospeso", il Comune lancia l'iniziativa benefica per le famiglie in difficoltà

Le segnalazioni di persone in difficoltà vanno fatte al "Coc" che si occuperà anche della distribuzione dei generi di prima necessità

 

“Questo è un momento in cui tanti stanno a casa e può essere anche bello. Per quelli che non hanno un reddito fisso significa, però, non riuscire a portare il pane a casa. Abbiamo la necessità di portare parole di prossimità concreta, di solidarietà concreta. In assoluto silenzio, ormai da dieci giorni, questo lo facciamo, siamo andati nelle case di quelli che ci hanno mostrato difficoltà seria e vi prego di segnalare al 'Coc' del Comune di Agrigento se ci sono dei casi particolari". Lo ha detto, durante il video messaggio postato sui social, il sindaco di Agrigento: Lillo Firetto. 

Hotel, ristoranti e bar chiusi a causa del Covid-19, è allarme povertà per i precari: famiglie già in ginocchio
Hotel, ristoranti e bar chiusi a causa del Covid-19, è allarme povertà per i precari: famiglie già in ginocchio

"Oggi ho lanciato una bella campagna di solidarietà di cui tutti dobbiamo essere protagonisti. Bisogna fare in modo che il 'Coc' possa avere della spesa da dare a chi ne ha bisogno. Lanciamo questa idea - ha aggiunto Firetto - del 'carrello sospeso': si va a fare la spesa e una porzione della propria spesa si lascia al supermercato, saranno poi i volontari di Protezione civile del Comune a ritirarla e la consegneranno, alle singole famiglie che ne hanno fatto richiesta. Si sottoscriverà un foglio, di modo che nessuno venga ad abusare di quella che è una esigenza di chi è veramente in difficoltà”. 

A lanciare la proposta di solidarietà, che è stata condivisa dal sindaco, è stato - secondo quanto rende noto con nota stampa - Pietro Vitellaro. "La sospensione di gran parte delle attività in tutto il Paese ha costretto molte persone a non poter lavorare, a non poter guadagnare, a non poter avere a tavola neanche gli alimenti di prima necessità - ha scritto - . Allora, perché non aiutarli noi? Creiamo, tutti insieme e col passaparola, l’iniziativa del “carrello sospeso”. Vi chiederete in cosa consiste? Semplicissimo: capita a tutti noi di andare a fare la spesa. Giusto? Basta comprare un pacco di pasta, una passata di pomodoro, una busta di latte in più (alimenti di prima necessità) e lasciarla al supermercato, sarà compito loro mettere da parte questi alimenti. Sarà il Comune tramite la Protezione Civile a raccogliere tutti i prodotti messi da parte presso i supermercati che aderiscono all’iniziativa e li distribuirà alle persone che ne hanno veramente bisogno. Credetemi sono tante! In questo modo facciamo solidarietà in assoluta sicurezza. Il primo passo è coinvolgere i supermercati e farli aderire a questa iniziativa, successivamente verranno definiti i dettagli e potremmo iniziare".

Potrebbe Interessarti

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento