Coronavirus e solidarietà, una fiorista realizza centinaia di mascherine: "Pronta a donare"

Si chiama Miriam Pollicino ed è un'agrigentina. La sua più grande collaboratrice ha sette anni ed è sua figlia

Le mascherine realizzate da Miriam Pollicino

L’emergenza Coronavirus ha attivato una vera e propria macchina solidale. Sono tanti gli agrigentini che stanno sfruttando, in un modo o nell’altro, la quarantena a causa del Covid 19. Una di queste è Miriam Pollicino. La fiorista agrigentina ha realizzato manualmente centinaia di mascherine.

"Siamo costretti a stare in casa - dice Miriam ad AgrigentoNotizie  – ho il cuore pieno di paura e speranza. Con una super aiutante di sette anni, mia figlia, ho realizzato delle mascherine. Lo sto facendo con il cuore. Il sindaco Firetto ha risposto al mio appello, così ho consegnato le prime cento mascherina alla Protezione civile".

Una vera e propria catena di montaggio solidale. "Devo ringraziare Angelo Balli per la collaborazione. Lui mi ha fornito gli elastici per completare al meglio l'opera - ha detto la fiorista agrigentina che poi ha aggiunto.

"Mi hanno contatta diverse associazioni, alla quale ho già donato delle mascherine. Ci tengo a dire che le mascherine sono destinate ai lavoratori, alla gente che è costretta a stare in giro rischiando il contagio da Covid 19". L'agrigentina che sta aiutando il collettivo è pronta a lanciare un messaggio.

"Se ognuno di noi facesse qualcosa per aiutare il prossimo, forse vivremmo anche meglio. Io, ogni giorno, lavoro con le mani, sono una fiorista. Non potevo stare ferma, così ho voluto fare qualcosa per gli agrigentini. Non si può rimanere fermi davanti a tutto questo". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

d31f6f4a-6fbe-4b02-bf0a-c0c822ab265f-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore nel Messinese, strangolata e uccisa una studentessa di Favara

  • Favara saluta Lorena con i lenzuoli bianchi, i familiari del presunto omicida: "Persa una figlia"

  • Aveva febbre e diarrea: morto un ghanese 20enne, scatta il protocollo sanitario per Covid-19

  • L'epidemia da Coronavirus si allarga: primi contagiati a Naro e Ravanusa

  • L'omicidio di Furci Siculo, l'assassino di Lorena ai carabinieri: "Non so perché l'ho fatto"

  • Rientra in città dal Nord e in famiglia scoppia il parapiglia: accorre la polizia

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento