Salgono a due nel giro di poche ore i tamponi positivi: Sciacca è di nuovo "sorvegliata speciale"

Resta fermo il numero dei ricoverati (11) e quello deceduti: 13. Il sindaco Lillo Firetto prova a fare chiarezza sul numero dei decessi: "177 persone sono morte ad Agrigento dal primo gennaio al 31 marzo. Nel 2019 erano state 193 nello stesso periodo"

Due contagi da Covid-19 in poco meno di 24 ore. Sciacca torna, suo malgrado, alla ribalta e torna a far salire il dato complessivo di contagiati della provincia di Agrigento. Su 4.238 esiti acquisiti dei tamponi rino-faringei effettuati (ieri erano 3.926), gli infettati - da quando è scoppiata la pandemia da Coronavirus - sono saliti, compreso quest'ultimo caso registratosi a Sciacca, a 123. Ma per fortuna, ben 17 - stando al report fornito dall'Asp di Agrigento - sono già guariti. Il nuovo contagiato dal virus si trova in quarantena visto che oggi risultano trovarvisi ben 29 agrigentini, mentre ieri erano 28. Sciacca, inevitabilmente, e suo malgrado appunto, torna ad essere - dalla comunità - come una sorta di "sorvegliata speciale". 

Un nuovo contagiato da Covid-19 a Sciacca, salgono a 122 i positivi

Resta fermo, e per fortuna, il numero dei ricoverati (11) e quello deceduti che è a 13, due dei quali nella città dei Templi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Firetto prova a fare chiarezza 

"177 persone sono morte ad Agrigento dal primo gennaio al 31 marzo 2020. Nel 2019 erano state 193 nello stesso periodo. Sono cifre che confermano la veridicità dei dati forniti finora dall'Asp sui decessi causati da Covid 19, cioè soltanto 2. È un chiarimento necessario - spiega il sindaco di Agrigento - in considerazione di alcune notizie riportate a livello nazionale secondo cui i dati sulle morti da Covid-19 che ci vengono comunicati quotidianamente si riferirebbero solo ai pazienti con una diagnosi accertata tramite il tampone e quindi sarebbero inferiori rispetto alla realtà. Non escludo affatto, anzi ritengo quasi certo, che altrove possa essere accaduto che molti decessi non siano stati collegati al Coronavirus. Il sindaco di Bergamo, Gori, ad esempio, segnala un aumento del 370% di decessi nel suo Comune rispetto alla media del periodo. Non è il caso di Agrigento dove a gennaio sono morte 61 persone (72 nel gennaio 2019), a febbraio 60 (56 nel 2019), 56 a marzo (65 nel 2019)".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Oltre 750 migranti sbarcati in 48 ore a Lampedusa, Musumeci: "Serve lo stato di emergenza"

  • Ritrovata al Villaggio Mosè la 15enne scomparsa da Palermo a metà giugno

  • Sono in arrivo forti temporali: diramata l'allerta meteo "gialla"

  • Muore stroncato da un infarto, vano l'arrivo dell'elisoccorso

  • Scazzottata all'ex eliporto: due giovani finiscono in ospedale, denunciati

  • Palma sotto choc per la morte di Marchese, il sindaco: "Siamo sgomenti per il brutale omicidio"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento