Screening e diagnosi precoce, l'Asp invia migliaia di avvisi ai soggetti "a rischio"

Il servizio di sorveglianza sanitaria dell'azienda ha comunque riscontrato stili di vita non corretti; la prevenzione vaccinale però funziona

Diagnosi precoce e monitoraggio dello stato di salute del territorio, l'Asp di Agrigento investe massicciamente in questo settore. Come riporta l'edizione odierna del quotidiano La Sicilia, sono estremamente lusinghieri i risultati ottenuti dal sistema di sorveglianza dell'Azienda sanitaria provinciale, che solo in questo ultimo anno ha inviato migliaia di comunicazioni a soggetti in fasce d'età ritenute "a rischio" perché si sottoponessero a specifici controlli.

Arrivano nuove Tac negli ospedali agrigentini, stanziate 600mila euro

Per la promozione dello screening  del cervico-carcinoma, ad esempio, l'Asp ha invitato 39.187 donne su una popolazione targhet inferiore alle 39mila, così come ha invitato allo screening mammografico 28.300 agrigentine, mentre 61.195 sono stati gli utenti invitati ad un controllo del colon retto. Il servizio di sorveglianza sanitaria ha inoltre effettuato uno screening audiologico sul 97.62% dei neonati, cioè 3035 soggetti. Riscontrati, in tutte le fasce d'età, stili di vita non corretti, ma una scarsa diffusione delle malattie infettive dovuta alla "tenuta" del sistema vaccinale in provincia. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Addio al celibato o convivenze di fatto con anziani: ecco come venivano "utilizzate" le prostitute

  • Trovato morto in casa e con strani segni sul corpo, è mistero sulla morte di un 69enne: Procura dispone autopsia

  • Furti di luce e acqua, scatta il blitz in due palazzine: 24 arresti in un colpo solo

  • Scoppia la lite fra due teenager: una ferita, l'altra denunciata

  • "Favori e assunzioni in cambio di informazioni riservate": indagati tre marescialli e due imprenditori

  • Incidente sulla statale 123, uomo perde controllo dell'auto: estratto dalle lamiere

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento