Consiglio comunale, alla ricerca dello: "Streaming perfetto"

La proposta è stata depositata dal consigliere Nuccia Palermo, verrà discussa nei prossimi mesi e modifica l'attuale sistema, che consente la diffusione delle immagini in differita al termine dei lavori d'aula

Al Consiglio comunale di Agrigento si punta ad uno "streaming più... streaming". Aula “Sollano”, infatti, possiede già un servizio di riprese interne, che vengono poi diffuse su una specifica piattaforma chiusa ma solo al termine delle attività d'aula. Quando il regolamento fu votato, infatti, si usò la massima attenzione sui temi dell'esposizione mediatica-pubblica dei consiglieri, evitando appunto che le immagini fossero “socializzabili” e prevedendo che la messa in onda fosse solo in differita, in modo da eliminare, in caso di circostanze previste dal regolamento, momenti ritenuti sgraditi.

Una situazione che ha portato in questi anni a polemiche senza fine, con consiglieri che hanno sentito la necessità di avviare più o meno autorizzate dirette Facebook per raggiungere i propri elettori.

Una di queste, forse la più "agguerrita" sul tema, cioè la consigliere neo Leghista Nuccia Palermo, ha adesso proposto una modifica al regolamento per le riprese audio-video dei lavori, inserendo appunto un passaggio che consentirebbe, usando la strumentazione già esistente, la diffusione immediata via streaming di quanto avviene in Consiglio comunale.  

Questo, si legge nella proposta, assecondando le “diverse richieste da parte dei cittadini di poter vedere i lavori d'aula a mezzo diretta streaming durante lo svolgimento degli stessi lavori”. Improbabile, crediamo, che la proposta possa vedere poi successive ed ulteriori modifiche, come per esempio consentire la diffusione delle immagini o la possibilità di scaricare o "condividere" le stesse al di fuori dalla piattaforma "magnetofono" oggi utilizzata.

Anche il dibattito sullo streaming, del resto, potrebbe portare a duri scontri in Consiglio, perché non tutti ritengono che lo strumento possa essere davvero utile per il miglioramento della trasparenza dei lavori d'Aula. Anzi, a microfoni spenti, c'è anche chi teme che una ripresa in tempo reale possa portare ad un peggioramento del livello del dibattito, negli ultimi mesi al limite della rissa da Saloon, con ripetute (e progettate) sospensioni a causa di intemperanze dei consiglieri comunali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tromba d'aria a Licata: tetti scoperchiati e case danneggiate

  • Temporali e venti da tempesta, per la Protezione civile è allerta "arancione": scuole chiuse

  • Incidente sul lavoro: arrotato da un trattore muore un imprenditore di 56 anni

  • "Allerte meteo non siano scusa per chiudere le scuole", ecco la stoccata della Protezione civile

  • Carreggiate invase dal fango e torrenti in piena: ecco quali strade sono state chiuse

  • Si affaccia al balcone e si masturba: 45enne allontanato per un anno

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento