La Confcommercio chiede un confronto in Prefettura, Picarella: "La criminalità sta alzando il tiro"

Una nota indirizzata al prefetto di Agrigento, Nicola Diomede, chiedendo anche di convocare un Comitato per l’ordine e la sicurezza

Francesco Picarella

Furti e aggressioni, la Confcommercio non ci sta e chiede un confronto in Prefettura. Francesco Picarella presidente della Confcommercio Agrigento tramite nota stampa è stato chiaro: "L’escalation criminale che sta caratterizzando questi ultimi mesi a Agrigento ha bisogno di risposte ferme da parte dell’opinione pubblica e di un impegno straordinario delle forze dell’ordine. Siamo consapevoli – prosegue la nota dell’organizzazione di categoria – dell’impegno che le forze dell’ordine stanno mettendo in campo, ma è altrettanto evidente che la criminalità sul territorio sta alzando il tiro. Ad Agrigento il momento appare delicato ed è forse il momento giusto per voltare pagina. Tutti, però, dobbiamo fare la nostra parte riaffermando con forza il valore della legalità contro la violenza. Come organizzazione di categoria abbiamo dato e continueremo a dare sostegno a tutte le iniziative che vanno in questa direzione. Ma bisogna fare in modo che nessuno si senta solo in questa decisiva battaglia". Picarella invoca a granvoce un incontro con il prefetto, Nicola DIomede: "Le strade della città, così come quelle delle frazioni, devono tornare ad essere sicure e spazio comune delle persone perbene. Chiediamo perciò al prefetto – conclude la Confcommercio – convochi a breve un Comitato per l’ordine e la sicurezza, aperto alle organizzazioni di categoria, per concordare nuove azioni di vigilanza e controllo del territorio".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moto ape contro camion sulla statale 115, muore ottantottenne

  • "Temevo di essere ucciso ma ho detto no al rientro in Cosa Nostra", Quaranta si racconta a Rebibbia

  • Matrimonio show per un'empedoclina: in chiesa sopra un carretto siciliano

  • "Occupazione abusiva di suolo pubblico", guai per una pizzeria della città

  • "Tangenti per chiudere un occhio sulla contabilità", fra gli arrestati c'è un imprenditore favarese

  • "Restituite stipendio e Tfr o vi licenzio", direttore supermercato condannato a 5 anni

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento